Champions League: Napoli, adesso tocca a te! A Feyenoord obiettivo vincere e sperare

Dopo aver battuto lo Shakhtar Donetsk, ed essere in vantaggio con gli scontri diretti, il Napoli deve vincere in Olanda e sperare in un piccolo aiuto dagli uomini di Guardiola.

Nel Girone E, il più avvincente di tutta questa Champions League, tre squadre continuano a giocarsi la qualificazione: Liverpool (9), Siviglia (8) e Spartak Moscow (6). La squadra di Klopp riceverà i russi di Massimo Carrera: per entrambe le squadre l’unico risultato ammesso è la vittoria, un pareggio non serve a nessuno, estrometterebbe lo Spartak e il Liverpool potrebbe perdere il primo posto. Il Siviglia farà visita al Maribor, ultimo che non ha più nulla da chiedere, con l’intento di vincere cosi da conquistare qualificazione e primo posto, in caso di non vittoria della squadra inglese.

Nel Girone F il Napoli andrà in Olanda. Per Insigne e compagni non basta vincere, bisogna ottenere la vittoria ma sperare anche che il Manchester City riesca a battere gli Ucraini; anche solo un pareggio in Inghilterra significherà eliminazione. Lo Shakhtar Donetsk, in svantaggio negli scontri diretti contro il Napoli, farà visita al Manchester City con l’obiettivo di strappare almeno un punto. La speranza per la squadra di Sarri è che il Manchester City faccia quello che è abituato a fare: vincere, considerando anche che domenica contro il West Ham in campionato è arrivata la ventesima vittoria consecutiva per i Cityzens.

Nel Girone G il Besiktas, inaspettatamente, è sicura della qualificazione e del primo posto. L’altro posto valido per il passaggio del turno se lo giocheranno Porto e Lipsia, entrambe seconde a pari punti (7), ma con i portoghesi in vantaggio negli scontri diretti. Questi ultimi riceveranno la squadra che ha deluso di più in tutta questa Champions, il Monaco, con l’obiettivo di vincere e accedere al turno successivo. Il Lipsia di Hasenhuettl riceverà i turchi di Gunes, anch’essi con l’obiettivo di vincere ma consapevoli che questo risultato potrebbe non bastare.

Nel Girone H gli unici dubbi riguardano il primo e il terzo posto valido per l’Europa League. Il Tottenham, che stenta in campionato, vola in Champions e gli basta un punto in casa contro l’APOEL Nicosia, ultima a pari punti (2) con il Borussia Dortmund ed in corsa per un posto in Europa League, per arrivare prima. Bellissima la partita tra il Real Madrid e il Borussia Dortumnd: la squadra tedesca non ha nessuno obiettivo in questa Champions, l’unico pensiero è arrivare almeno terza ed ottenere un posto in Europa League, non farlo significherebbe concludere questa prima parte della stagione in maniera catastrofica.

Mirko Quadrini