Champions League: Psg, il poker è servito, che lezione al Barca! Dortmund ko a Lisbona

Nell’andata degli ottavi di finale di Champions League notte da sogno per il Psg che cala il poker al Barca. Nel primo tempo per i francesi gol di Di Maria e Draxler. Nella ripresa Di Maria si ripete e Cavani chiude i conti. Barcellona pericoloso dalle parti di Trapp solo nel finale di gara. Al ritorno ai catalani servirà un miracolo per approdare ai quarti di finale. Nell’altra gara il Benfica batte 1-0 il Borussia grazie ad un rete del solito Mitroglou

PSG-BARCELLONA 4-0
Serata memorabile al Parco dei Principi: il Paris Saint Germain spazza via il Barcellona di Messi e Neymar con un sonoro 4-0. I francesi dominano in lungo e in largo, e dopo un’occasione di Matuidi trovano meritatamente il vantaggio al 18′ con Di Maria su calcio di punizione. I catalani stentano e al 40′ arriva il 2-0: Messi perde palla, Verratti serve al bacio Draxler che insacca in diagonale. Barcellona stordito e sperduto anche nella ripresa: la squadra di Luis Enrique traballa in difesa, Cavani sfiora il tris che arriva al 55′ al termine di un contropiede fulmineo finalizzato da Di Maria con un tiro nell’angolino dal limite. A nulla servono i cambi per gli ospiti, e al 71′ Cavani realizza il poker su assist di Meunier. Nel finale occasione per i campioni di Spagna, Umtiti colpisce il palo con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Finisce così, per il PSG una notte e un poker da sogno; i Blaugrana tornano dalla Francia con le ossa rotte.

BENFICA-BORUSSIA 1-0
Sorpresa al Da Luz, nella sfida tra la squadra portoghese e il migliore attacco della fase a gironi di Champions. Nel primo tempo gli ospiti sprecano troppo e mancano il vantaggio con Dembele, Aubameyang due volte e Guerreiro. Così nella ripresa a sorpresa passano le Aquile: Mitroglou al 48′ sfrutta il colpo di testa di Luisao e porta avanti i portoghesi. Furiosa la reazione dei gialloneri: Dembele, Aubameyang, Piszczek impegnano severamente Ederson, che al 58′ para addirittura un calcio di rigore battuto da Aubameyang per fallo di mano di Fejsa. I tedeschi non si perdono d’animo e continuano a mettere alla frusta il Benfica, creando occasioni con Reus e Piszczek, ma non è serata.