Crotone: Che shock! Davide Nicola si dimette. “Ho deciso così e non torno indietro”

Il tecnico ha confermato le sue dimissioni anche dopo il meeting di questa mattina con la società.

Dopo un anno e mezzo finisce l’avventura di Davide Nicola a Crotone capace di scrivere una pagina di storia della società rossoblù con la miracolosa salvezza raggiunta alla fine dello scorso campionato Aveva scritto una storia fantastica lo scorso anno alla guida del Crotone quando era riuscito a prolungare la presenza della sua squadra in Serie A. Un miracolo sportivo quello compiuto da Nicola, paragonabile al trionfo di Ranieri in Premier con il suo Leicester, che aveva incantato tutti i tifosi italiani. Ma come in ogni storia, seppur meravigliosa, arriva il momento di scrivere la parola “fine”. Questa si conclude con le dimissioni del tecnico, ufficializzate oggi ma già maturate nella serata di ieri, dopo la sconfitta del posticipo di lunedì contro l’Udinese. Davide Nicola lo aveva già detto prima della partita: “non fischiate i ragazzi, fischiate me”. I suoi giocatori lui li ha sempre difesi, ha sempre creduto in loro, una fiducia ben riposta e ricambiata. E infatti proprio i suoi ragazzi avevano organizzato una cena tutti insieme per fare gruppo, e ritrovare un po’ di quel morale perduto in seguito alle sconfitte, e per quella cena era arrivato l’invito al tecnico che però ha gentilmente rifiutato. La sua decisione stava già maturando.

La decisione ha sorpreso un po’ tutti ma quando Nicola fa una scelta poi non torna indietro: “E’ tutto vero, ho deciso così e non torno indietro. Quando dico una cosa non faccio chiacchiere. Mi conoscete bene, sapete come sono fatto”. Non vuole spiegare i motivi del suo addio, quel compito difficile lo lascia alla società: “E’ una decisione tutta mia e non ho intenzione di scendere nei particolari. Probabilmente lo farà chi di dovere”. Davide Nicola lascia il Crotone a 12 punti in classifica, fuori dalla zona retrocessione e a +2 sulla Spal terz’ultima, frutto di 3 vittore, 3 pareggi e 9 sconfitte dopo 15 giornate. Se ne va senza fare polemiche lasciando alla società il duro compito di trovare un nuovo tecnico che possa proseguire, con lo stesso successo, il suo lavoro. Ovviamente la caccia al sostituto è già partita e il nome più quotato al momento sembra essere quello di Drago. Lui, originario di Crotone, che ha già guidato la squadra della sua città e che già conosce l’ambiente. Ma al vaglio della società rossoblù ci sono anche altri nomi, tre su tutti Colantuono, Di Carlo e Stellone. Con le dimissioni di Nicola sono arrivate anche quelle dei suo collaboratori Manuele Cacicia, Rossano Berti e Gabriele Stoppino.

Diletta Barilla