Tutto il calcio di Serie A, B, Champions League, Europa League e calciomercato. Le notizie su MotoGP, Formula 1. Foto e video di sport

Da 1 a 10, il pagellone della 20^ giornata di Serie A

di Cristiano Peconi

VOTO 10 Alla forza di volontà del Benevento, che dopo un giorno d’andata da incubo torna in gioco per la salvezza dopo le due vittorie consecutive. Il miracolo adesso è possibile.

VOTO 9 All’Atalanta di Gasperini, che dopo aver eliminato il Napoli in Coppa Italia espugna l’Olimpico. Molti hanno parlato dei demeriti della Roma nessuno dei meriti di questa squadra.

VOTO 8 Alla Lazio di Simone Inzaghi capace di imporre il suo credo. Il poverissimo rifilato alla Spalla è solo l’ultima delle grandi prestazioni offerte dai biancocelesti in questa stagione…e con un Immobile così sognare non è poi così difficile.

VOTO 7 Al Napoli che è riuscito a tenere lontana la Juventus prima della sosta. Una partita difficile ma che comunque è riuscito a portare a casa grazie alla “testa” e alla cattiveria. Lo scudetto è cosa loro.

VOTO 6 Alla reazione del Torino che dopo la cocente sconfitta del derby e l’esonero di Mihajlovic ha rialzato la testa con la scossa dell’arrivo del nuovo tecnico Mazzarri, a proposito, bentornato in Serie A.

VOTO 5 Alla Roma di Di Francesco che non c’è più. Il primo posto ottenuto nei gironi di Champions League sembra aver fatto più male che bene, da quel giorno solo sconfitte e prestazioni mediocre. La sosta arriva nel momento migliore ma bisogna ripartire in fretta perchè dietro corrono forte.

VOTO 4 Alle ultime prestazioni della Sampdoria, una vittoria nelle ultime 7 partite di campionato. Forse l’inizio brillante di inizio stagione sta pesantemente condizionando la squadra di Giampaolo.

VOTO 3 Alla prestazione di Calvarese in Cagliari-Juventus. Gol dei bianconeri viziato da un fallo di Benatia ai danni di Pavoletti ma soprattutto al mani di Bernardeschi non visto e non chiesto l’aiuto del VAR.

VOTO 2 Alle parole di Spalletti dopo il pareggio contro la Fiorentina. L’allenatore sembra aver perso il timone di quella che fino a poche giornate fa doveva essere la candidata numero 2 alla vittoria finale.

VOTO 1 Al caso Nainggolan. Tante, forse troppe le parole dette sul fatto di Capodanno. Una cosa è certa, ha perso il giocatore, ha perso la Roma ma soprattutto non hanno perso il vizio i tifosi della Roma a schierarsi con uno o con l’altro.