Europa League: Roma, il cuore non basta, ai quarti passa il Lione

In uno Stadio Olimpico finalmente in festa la Roma non riesce nell’impresa di accedere ai quarti. Giallorossi che vanno subito sotto con il gol di Diakhaby, ma la replica immediata al 17’ è di Strootman. Nel secondo tempo riapre il discorso qualificazione l’autorete di Tousart ma non basta. Vicino al gol qualificazione El Shaarawy.

ROMA-LIONE 2-1
La Roma, reduce dal 4-2 dell’andata, decide di affrontare il Lione con il solito 3-4-1-2 con unica novità Mario Rui sulla fascia di sinistra. Parte subito aggressiva la squadra di Spalletti, che dopo solo 5 minuti colpisce una traversa con Rudiger e impegna Lopes nella stessa azione con un colpo di testa di Salah. Nel primo quarto d’ora gioca solo la Roma, ma al 16’ minuto su calcio piazzato arriva il gol del Lione con Diakhaby, che segna il suo secondo gol ai giallorossi dopo quello dell’andata. Passa solamente un minuto ed è ancora un calcio piazzato a cambiare il risultato, perché Kevin Strootman riesce a segnare – un gol un po casuale- sugli sviluppi di un calcio di punizione e a portare la Roma sull’1-1. Nella seconda metà del primo tempo, i giallorossi fanno il gioco e si trovano sempre nella trequarti del Lione, senza però riuscire a trovare il gol, e spendendo moltissime energie. Nel secondo tempo, la Roma parte nuovamente agguerrita e da subito crea molte difficolta alla difesa francese. Spalletti decide di cambiare, mettendo El Shaarawy per Bruno Peres -sostituito dopo un palleggio al limite dell’area e un pallone regalato a Lopes- e riesce a dare una svolta alla partita. Al 60’ è proprio un guizzo del faraone a portare la Roma in vantaggio. L’italo-egiziano infatti, resiste ad uno scontro fisico e riesce a mettere un pallone forte e teso dentro l’area, che viene messo dentro dai francesi stessi. Dopo questo autogol, la Roma ci crede più che mai, ed è sempre El-Shaarawy, dopo pochi minuti a sfiorare il 3-1 con un piattone che si spegne a lato.

Spalletti rischia tutto, ed inserisce Diego Perotti per Mario Rui e Francesco Totti per De Rossi, provando in ogni modo a trovare il gol del 3-1. Negli ultimi dieci minuti dunque, è assedio totale, e la Roma si butta tutta nell’area del Lione. Gli attacchi dei giallorossi non sono pero precisissimi, e un pallone perso da Nainggolan, rischia di far finire in anticipo una partita che viene salvata da Allison. La Roma ci prova in ogni modo, ma la difesa del Lione è compatta, e resiste a tutti gli assalti della squadra di casa. Nulla da fare, nonostante la vittoria, la Roma esce dall’Europa League. C’è il grande rammarico di aver preso ben 4 gol all’andata e di non aver segnato quel 3-1 che avrebbe portato la squadra di Spalletti ai quarti.

LE ALTRE
Il Besiktas trascinato da Babel e Quresma, segna quattro gol all’Olympiakos e passa cosi il turno. Il Celta Vigo vince per 0-2 sul campo del Krasnodar continuando il suo cammino europeo. Passano Genk e Shalke 04 nei derby belgi e tedeschi, mentre Ibra serve a Mata la palla del passaggio ai quarti per lo United. Passa senza problemi l’Ajax, e anche l’Andrlecht proseguirà l’Europa League dopo l’1-0 sull’Apoel Nicosia.

Ennio Gianni