Tutto il calcio di Serie A, B, Champions League, Europa League e calciomercato. Le notizie su MotoGP, Formula 1. Foto e video di sport

Liga: Barcellona e Atletico non perdono mai. Valencia scavalcato! Real: break Mondiale

I due poco appariscenti 0 a 0 che avevano aperto la 16esima giornata in Liga, quello tra Siviglia e Levante e Atletico Bilbao e Real Sociedad, erano soltanto una falsa partenza di un turno tutt’altro che noioso (nonostante l’assenza del Real Madrid, impegnato a vincere il secondo Mondiale per club di fila contro il Gremio, decisivo CR7 manco a dirlo). La notizia calda giunge immediata sabato sera: il Valencia si ferma contro l’Eibar, 2 a 1 firmato Inui e Jordan al minuto 87’, il pareggio momentaneo dei castigliani è siglato da Mina. Per il Valencia è soltanto la seconda sconfitta e quanto di buono fatto fino ad ora non può crollare dopo questo passo falso, il Barcellona capolista è ancora a 5 lunghezze, considerando che vincere il titolo non era e non è tra gli obbiettivi del club, non mi pare bruttina la situazione. Ne approfitta l’Atletico di Simeone che supera di misura l’Alaves con un gol de Nino Torres, entrato a 20 minuti dalla fine, lo spagnolo trova la rete numero 1 in questa Liga ma pesantissima; Atletico Madrid al secondo posto solitario a soli 3 punti dal Barca.

Torna alla vittoria il Villareal, i 3 punti mancavano dal 5 novembre, l’hombre del partido è Fornals che al 34esimo sfrutta un assist di Bacca e condanna il Celta Vigo che cade in casa, non accadeva dal 22 ottobre scorso. Il Girona supera il Getafe 1 a 0 grazie al gol di Stuani dopo 5 minuti. Riposo forzato per il Leganes che recupererà più avanti la gara contro il Real Madrid impegnato nel Mondiale per Club. Termina 2 pari una frenetica partita tra Las Palmas e Espanyol; prima il doppio vantaggio degli ospiti griffato Moreno (al 18’ e al 41’), poi la rimonta del Las Palmas nei minuti conclusivi, al minuto 80’ accorcia Remy, all’89esimo Calleri pareggia; c’è tempo per sfiorare anche la rimonta piena con Viera che fallisce un rigore a tempo scaduto. Chiude l’week end il Barcellona con un 4 a 0 in scioltezza ai danni del Deportivo la Coruna, tutto facile per i blaugrana, doppiette di Suarez e Paulinho, errore di Messi dal dischetto; testa del torneo confermata, ritmo mostruoso tenuto soltanto dall’Atletico Madrid che comunque è distante 3 punti. Domani sera Malaga – Betis Siviglia, ore 21.

Andrea Rescalli