Ligue 1: Il titolo è affare per due, il Nizza dice addio ai sogni di gloria

Monacò e PSG volano in classifica, rallenta il Nizza che può quasi dire addio ai sogni di gloria. Rallentano anche Lione e Marsiglia, ne approfitta cosi il Saint’Etienne per rientrare nella corsa per un posto in Europa

Dopo un turno infrasettimanale altamente scoppiettante, anche il secondo weekend del mese di Febbraio non va tanto per il sottile offrendo spettacolo, gol e tanto divertimento, ma anche diversi risultati molti interessanti che hanno portato cambiamenti importanti in classifica. La capolista Monacò sfrutta il fattore campo e tra le mura amiche del Principato con un secco 5-0, liquida la pratica Metz, devastante il duo composto da Lottin autore di una tripletta, e Falcao di una doppietta, reti che regalano una vittoria pesante per il club monegasco che ora con 58 punti è l’assoluta padrona della classifica con un bottino di ben 58 punti. Ma nonostante l’ottimo campionato fino a questo momento disputato, tra il Monacò e la gloria c’è ancora un temibile ostacolo rispondente al nome di: PSG. Il team della Capitale di ammainare le vele senza combattere rinunciando cosi al titolo, non sembra proprio averne voglia, infatti pur giocando in casa di un temibile Bordeaux in cerca di punti per accorciare le distanze dalla zona che conduce in Europa League, riesce ad imporsi per 3-0 grazie ad una doppietta di Cavani ed una rete firma da Di Maria. Il successo consente cosi alla formazione della Capitale di veleggiare con sole tre lunghezze di svantaggio dal team del Principato, ma soprattutto continua il duello per la conquista del titolo, facendo cosi accrescere la tensione in vista dell’ormai tanta attesa finale di Coppa di Lega del prossimo 1 Aprile, gara che si preannuncia altamente esplosiva. Al tempo stesso diverte anche il duello tra Cavani e Falaco, autentici mattatori dell’attuale campionato che senza dubbio da qui al termine della stagione passando per la finale di Coppa, darà ancora tanto spettacolo per la gioia dei C. T. di Uruguay e Colombia che d’improvviso ritrova due autentici bomber in vista della prossima tornata di qualificazione per i Mondiali del 2018.

Rallenta perdendo parecchio terreno è il Nizza, il team rossonero in casa del Rennes non va oltre il 2-2, risultato che va anche benne al team della Costa Azzurra visto l’iniziale svantaggio. Chiaro che il distacco dal Monacò ormai comincia ad essere consistente, infatti se il Nizza dovesse avere un’altra battuta d’arresto potrà dire addio ai sogni di gloria, cosa che almeno in parte è stata fatta. Giornata amara anche per il Lione che in casa del Guingamp viene superato per 2-1, la vittoria va benissimo al team padrone di casa che in tal modo tocca quota 34 punti ed archivia il discorso salvezza con largo anticipo, ciò gli consente di poter provare anche a togliersi qualche soddisfazione, magari in Coppa di Francia dovìè ancora in corsa. Discorso diverso per il Lione che grazie ai 40 punti fino ad oggi conquistati, deve puntare alla qualificazione per la prossima edizione dell’Europa League, dando cosi anche senso ad una stagione cominciata bene ma poi diventata anemica, la battuta d’arresto subita però complica le cose, perché il Saint’Etienne tra le mura amiche supera per 4-0 il fanalino di coda Lorient, tocca quota 39 punti ed accorcia ad una sola lunghezza lo svantaggio dal Lione, di conseguenza dall’ultimo posto utile per entrare in Europa. In chiave salvezza si muove anche il Tolosa che imponendosi per 4-1 sul Bastia, tocca quota 33 punti ed archivia a sua volta la pratica del mantenimento della categoria. Passi importanti sono quelli compiuti dal Dijon che superando per 2-0 il Caen, vola a quota 27 punti mettendo una seria ipoteca sulla salvezza, stesso discorso per l’Angers che superando per 2-1 il Lilla, aggancia in classifica proprio il Dijon e fa a sua volta un enorme passo in avanti.

Chi fa uno scatto decisivo è il Montpellier, che imponendosi per 3-0 in casa del Nancy, tocca quota 29 punti ed entra nella scia della salvezza, ancora lontane da tale obiettivo: Caen, Bastia e Lorient, ma nonostante il distacco dal gruppone in lotta per il mantenimento della categoria, l’obiettivo del mantenimento della categoria non sembra essere un’utopia. Infatti il Caen veleggia con 25 punti, con un paio di vittorie entrerebbe nella zona mediana della classifica, stesso discorso anche per Bastia e Lorient, entrambe appaiate in classifica con 22 punti a testa. A chiudere il quadro della 25esima giornata, ci pensa uno spettacolare match 3-2 tra Nantes e Marsiglia, la formazione padrone di casa parte subito forte, tanto che al 12’ con Carlos passa in vantaggio, il club ospite non reagisce ed al 20’ Stepinski firma il 2-0 che spedisce il primo tempo agli archivi. Nella ripresa il Marsiglia cerca la strada per cambiare copione al match, cosi al 49’ Gomis accorcia le distanze riaprendo la gara, ma al 50’ Thomasson firma il 3-1, il Marsiglia non resta a guardare ed al 61’ nuovamente con Gomis torna in partita, ma al triplice fischio sono i canarini ad esultare per una vittoria importantissima in chiave salvezza. Discorso diverso per il Marsiglia, che dal Saint’Etienne ora ha un distacco di ben 3 punti e 4 dal Lione, ma conoscendo Garcia, sicuramente fino al termine del campionato il club marsigliese cercherà il pass per l’Europa, rendendo cosi ancor più entusiasmante un campionato già di suo molto esplosivo.

Davide Piteo