Ligue 1: Ranieri si inchina davanti al Psg! Jovetic salva il Monaco, sorrisi per Bielsa

In una giornata dominata dal segno X il PSG si dimostra assoluto padrone della Ligue 1, portando a 6 il vantaggio sul Monacò che ora deve proteggersi dal possibile attacco del Lione che ora vede e sogna il secondo posto

Archiviato definitivamente il discorso relativo alle qualificazioni per i Mondiali di Russia 2018, dove la Francia prima nel girone A con la bellezza di 23 punti, ha staccato il pass con largo anticipo, come nel resto d’Europa anche in terra transalpina l’attenzione è tornata nuovamente a focalizzarsi sul massimo campionato nazionale, che nel penultimo weekend di novembre ha visto andare in scena una tredicesima giornata, caratterizzata soprattutto dal segno X, visti i 6 pareggi maturati. Nessun problema per la capolista PSG, che tra le mura amiche del Parco Dei Principi liquida con un secco 4-1 il Nantes guidato da Claudio Ranieri. Dopo aver giocato alla pari quasi tutto il primo tempo, al 38’ Cavani sfruttando l’assist di Pastore, firma il momentaneo 1-0 che lascia scendere qualche lacrimuccia ai nostalgici della Serie A. Trascorrono 4 minuti e Daniel Alves, altra conoscenza del nostro campionato, serve a Di Maria il pallone che vale il 2-0, il Nantes non ci sta ed al 60’ con Nakoulma accorcia le distanze portandosi sul 2-1. Ma 5 minuti più tardi Pastore servito da Verratti, realizza il 3-1 facendo cosi scendere una seconda lacrimuccia sul viso di tanti italiani, a chiudere i conti ci pensa Cavani realizzando al 79’ il definitivo 4-1 e la doppietta di giornata con cui toccare quota 15 totali ed agganciare la vetta della classifica marcatori. Vittoria pesante quella centrata dal PSG, che gli consente di proseguire la propria fuga verso la vittoria del titolo senza intoppi almeno fino ad oggi, discorso diverso per il Nantes che grazie ai 23 punti fino ad oggi conquistati, non solo ha in tasca buona parte della salvezza che potrebbe anche archiviare prima di Natale, obiettivo primario del club guidato da Ranieri, ma al tempo stesso è ancora in corsa per raggiungere la qualificazione in una delle due competizioni europee. A conti fatti la sconfitta in casa del PSG può anche starci, senza dubbio non sono queste le gare da vincere per il Nantes.



Chi rallenta pesantemente è il Monacò, la formazione monegasca in casa della matricola Amiens, non riesce ad andare oltre il semplice 1-1, risultato che senza dubbio va benissimo al team padrone di casa che in tal modo mette in cascina un altro buon punto in chiave salvezza. Ma il solo punto conquistato dal Monacò è troppo poco, per restare nella scia di un PSG ora lontano ben 6 punti. Chi non riesce ad approfittare del passo falso compiuto dagli attuali campioni di Francia è il Lione, che tra le mura amiche si lascia bloccare sullo 0-0 dal Montpellier, ma nonostante il pareggio il team lionese conquista un buon punto con cui toccare quota 26 punti restando a sole tre lunghezze di distacco dal Monacò. Il pari va bene anche al Montpellier che toccando quota 17 punti, fa un bel balzo verso il mantenimento della categoria, uscendo momentaneamente dalla zona calda della classifica. Dopo il successo ottenuto prima della sosta, il Lilla guidato da Bielsa continua a far punti, e lo fa superando per 3-1 il Saint’Etienne, centrando cosi la seconda vittoria consecutiva, che gli consente di raggiungere quota 12 punti e fare un buon passo verso la salvezza. Discorso diverso per il Saint’Etienne momentaneamente fuori dalla corsa per l’Europa, chi continua a stupire è il Caen, il club della Corsica tra le mura amiche blocca sull’1-1 il Nizza, conquistando cosi un prezioso punto con cui toccare quota 19 ed avvicinandosi ulteriormente alla zona europea della classifica. Situazione davvero difficile per il team della Costa azzurra, che dai fasti della scorsa stagione dove di questi tempi era prima in classifica, a distanza di 12 mesi si ritrova a lottare per non retrocedere, ed il solo punto guadagnato è decisamente poco per il raggiungimento della salvezza, pratica che il Nizza dovrà cercare di archiviare quanto prima.

Finisce sempre per 1-1 lo scontro diretto in zona salvezza tra Guingamp ed Angers, risultato che anche in questo caso regala un buon punto ad entrambe le formazioni. Il quinto pareggio della giornata ed il secondo per 0-0 arriva da Tolosa, dove il team padrone di casa viene bloccato sul segno X dal fanalino di coda Metz, chi si muove in classifica è il Digione, che tra le mura amiche supera per 3-1 il Troyes, toccando cosi quota 15 punti ed agganciando in classifica gli stessi ospiti, il Guingamp ed il Rennes, sconfitto per 2-1 in casa della matricola Strasburgo, che vola a 13 punti ed accorcia ad una sola lunghezza lo svantaggio dal Nizza ed Angers. A chiudere il quadro della giornata è il big match tra Bordeaux e Marsiglia, match che sul piatto metteva tre punti pesanti per entrambe le formazioni. Visto ciò il team girondino parte fortissimo, tanto che al 3’ passa in vantaggio con De Preville, la formazione guidata da Garcia cerca la via del pareggio ma senza successo, quando tutto lascia pensare che il Bordeaux abbia messo le mani sull’intera posta in palio, a tempo quasi scaduto la formazione marsigliese con Sanson raggiunge il pari, firmando cosi il sesto della giornata, che tutto sommato regala ad entrambe le formazioni un buon punto a testa.

Davide Piteo