Major League Soccer: Sarà ancora Toronto vs Seattle

Pochi giorni e poi tra Toronto e Seattle sarà nuovamente finale, match che si preannuncia altamente spettacolare e molto combattuto, intanto per il resto della MLS è di mercato , diversi gli arrivi ma anche le partenze come Vieria che potrebbe far ritorno in Francia

Ci siamo pochi giorni e poi sapremo chi alzerà al cielo il titolo 2017 in MLS, nella ormai tanto attesa finale tra Toronto e Seattle, nonché riedizione dello scorso anno, dove però a spuntarla furono Dempsey e compagni che ai calci di rigore conquistarono il massimo titolo nord-americano. A distanza di 1 anno il Toronto ha nuovamente l’occasione di mettere in bacheca il primo storico campionato, ed interrompere il dominio statunitense, portando in Canada una vittoria importante. Ovviamente il Seattle cercherà di non perdere il titolo conquistato 12 mesi fa, tali fattori se sommati dicono che la finale sarà tutta da seguire ed altamente spettacolare. Tra le due formazioni ci sono 10 precedenti, con 6 successi per Seattle, 2 per il Toronto con nel mezzo 2 pareggi, dunque per le statistiche il team dello Stato di Washington dovrebbe vincere senza difficoltà, però il campo nell’attuale stagione ha detto che il club dell’Ontario non è assolutamente inferiore, vista la vittoria della regular season e del titolo di conference. A ciò bisogna aggiungere che fino ad oggi il Seattle oltre al titolo conquistato lo scorso anno, ha messo in bacheca ben 4 coppe nazionali ed 1 titolo di regular season, a cui si aggiungono i 2 di conference. Dal canto suo il team canadese risponde con la vittoria di ben 6 coppe nazionali, 1 titolo di regular season e 2 di conference, A tale match il Seattle si approccia facendo affidamento soprattutto su: Dempsay ormai simbolo e bandiera del club, contando anche su Roman Torres e Gustav Svensson, entrambi con il morale a 1000, dopo aver contribuito alla qualificazione di Panama e Svezia per la fase finale ai Mondiali del 2018. Dal canto suo il Toronto farà affidamento sul capitano Bradley, sull’ariete Altidore, ma soprattutto su Giovinco ormai simbolo del team, giocatori tutti desiderosi di vincere.

Analizzando i tanti fattori che ruoto intorno a tale gara, è facile ipotizzare che il match del prossimo 9 dicembre sarà tutto da seguire, perché siuramente regalerà spettacolo ed emozioni fino alla fine. In attesa vada in scena sul campo la finalissima 2017,che si preannuncia decisamente combattuta ed arroventata, per molti club della MLS è tempo di pensare alla nuova stagione ed al mercato. Secondo la stampa newyorkese, il City potrebbe salutare Vieria, candidato alla panchina del Saint’Etienne dopo l’ottimo percorso di crescita fatto correlato dai buoni risultati ottenuti nella Grande Mela, al tempo stesso sulle sponde dell’Hudson potrebbe arrivare Yayà Toure, colmando cosi il vuoto lasciato da Andrea Pirlo, operazione fattibile anche in virtù del fatto che il giocatore al Manchester City trova poco spazio,ed in MLS potrebbe rilanciarsi in un campionato ormai competitivo. Si muovono anche gli Orlando city, il team della Florida dopo aver salutato Kaka, con estrema probabilità cederanno al Leeds United l’attaccante Larin, protagonista di una stagione poco soddisfacente dove a farla da padrone sono state le vicende extracalcistiche. In attesa di poter giocare la seconda e consecutiva finale nazionale, dove cercheranno di compiere l’impresa di mantenere il titolo conquistato lo scorso anno, in casa Seattle sembra ormai tutto pronto per il tanto atteso rinnovo di Clint Dempsey, ormai vero e proprio simbolo del club.

Movimenti anche in casa Montreal dove in panchina Remi Garde ha preso il posto di Mauro Biello, intanto Oyongo lascerà il Quebec per il Montpellier, ma in casa neroazzurra potrebbe arrivare il difensore scuola Arsenal, Jernade Meade. Pronti per fare il proprio ingresso in MLS, sono i Los Angeles FC, la franchigia californiana ad oggi ha già tesserato Carlos Vela, Carlos Alvarez, Monday Etim e Rodrigo Pacheco, ma al tempo stesso la dirigenza californiana starebbe trattando Diego Rossi, attaccante del Penarol definito come l’erede di Edinson Cavani,ed il nazionale egiziano Omar Gaber, terzino classe ’92 del Basilea dove è arrivato nell’estate del 2016 dallo Zemalek. In movimento anche il Dallas che potrebbe tesserare Lee Nguyen, in attesa di giocare la semifinale di ritorno, la dirigenza dei Columbus si muove in vista della prossima stagione, tanto che con estrema probabilità,il terzino argentino Milton Valenzuela dalla prossima stagione potrebbe trasferirsi in Ohio. Dopo l’ottimo campionato disputato, il Chicago Fire che punta quanto meno a riconfermare quanto di buono fatto quest’anno, potrebbe inserire nel roster Jakub Blaszczykowski, ormai in rotta con il Borussia Dortmund. A chiudere la finestra del mercato è l’Atlanta, la dirigenza del club della Georgia protagonista di una fantastica stagione, per rinforzare il parco giocatori e puntare nuovamente alla disputa dei playoff anche nella prossima stagione, sembra aver messo nel mirino il giocatore argentino Lucas Rodriguez.

Davide Piteo