Premier League: City esagerato, pari United. Crollano Chelsea e Arsenal

Simone De Rosa

Pirotecnico 7-2 dei Citizen sullo Stoke City, male il Chelsea di Conte. Watford, che sorpresa!

Dopo lo stop per le nazionali, va in scena l’ottavo capitolo della Premier League. Si comincia dal lunch match di Sabato tra Liverpool e Manchester United, terminato a reti bianche: uno 0-0 incolore, con gli uomini di Mourinho salvati da un super De Gea. Sette sono invece le vittorie della capolista City, così come i gol rifilati allo Stoke City: il 7-2 degli uomini di Pep Guardiola ha messo in mostra le qualità offensive dei Citizen, una vera e propria macchina da gol in queste prime otto apparizioni. A dir poco clamoroso è il risultato del Selhurst Park, dove il fanalino di coda Crystal Palace ottiene una vittoria memorabile ai danni del Chelsea: il 2 a 1 permette ai padroni di casa di conquistare i primi tre punti, nonché di siglare le prime due reti in campionato. Male invece i Blues, alla seconda sconfitta consecutiva.

Sorride il Tottenham, che si porta alla terza posizione del tabellone (a soli tre lunghezze dai Red Devils) dopo l’1 a 0 sul Bournemouth, grazie alla rete di Eriksen. Chi continua a sorprendere è invece il Watford: il 2 a 1 racimolato tra le mura amiche del Vicarage Road contro l’Arsenal è pura goduria, non soltanto perché la vittoria arriva proprio in extremis, ma anche per la quarta posizione occupata in classifica, approfittando dello scivolone del Chelsea. Quasi ai titoli di coda arriva anche il gol dell’ 1 a 1 del Burnley contro il West Ham: la firma è di Wood dopo lo svantaggio iniziale firmato da Antonio. La doppietta di Abraham permette invece allo Swansea di respirare e conquistare punti salvezza contro una diretta rivale come l’Huddersfield: il 2 a 0 finale porta i padroni di casa a quota 8 punti. Nei posticipi domenicali, solo pari per l’Everton di Rooney, che non va oltre l’1 a 1 in casa del Brighton, così come in pareggio (2 a 2) termina la gara tra Southampton e Newcastle.