Premier League: Il Burnley ferma la corsa del Chelsea, Arsenal e Reds ne approfittano, crisi Leicester

Nella venticinquesima giornata il Chelsea si fa bloccare sul pareggio in casa del Burnley. Ne approfittano Arsenal e Liverpool per “avvicinarsi” leggermente. Ok il Manchester United, altro disastro del Leicester che ora è a un passo dalla zona retrocessione.

Pareggio inatteso e di certo fuori dai pronostici quello che interessa i Blues di Conte. Sul campo del Burnley, nonostante il vantaggio immediato siglato da Pedro, gli uomini in testa alla classifica, ancora saldamente, si fanno rimontare da Brady e il match si chiude così. Uno stop che comunque non pregiudica la corsa verso il titolo, poiché il Chelsea mantiene dieci lunghezze su Tottenham e Arsenal, seconde a pari merito. Gli Spurs, infatti, vengono sconfitti ad Anfield da un ottimo Liverpool, che batte un colpo importante per la lotta Champions League. La doppietta di Mané, del quale si è avvertita l’assenza nel periodo della Coppa d’Africa, stende Pochettino e permette ai Reds di portarsi a meno uno dalla coppia di cui sopra. I Gunners, dal canto loro, hanno la meglio all’Emirates, senza grosse sofferenze, sull’Hull. Bussa due volte Sánchez, di cui l’ultima trasformando un calcio di rigore nei minuti di recupero, in occasione del quale viene espulso Clucas.

Vittoria di non scarso rilievo quella del Manchester United ai danni del Watford di Mazzarri. Mata e Martial decidono le sorti della sfida in favore dei Red Devils, che si attestano al sesto posto, ad un piccolissimo gradino di distanza dalla zona Champions League, che probabilmente in estate era considerato l’obiettivo minimo per la compagine di Mourinho. Capitolo Leicester: altra orribile sconfitta per i campioni in carica, che subiscono due reti tra le mura dello Swansea (a segno Mawson e Olsson). È addirittura la quinta consecutiva e la caduta libera di cui sono protagoniste le Foxes sta portando la creatura di Ranieri sempre più verso la zona retrocessione, ora vicinissima. Sono settimane che il tecnico italiano continua a ripetere che la società abbia chiesto di concentrarsi sul campionato, per evitare una bruttissima figura: scendere in Championship dopo aver vinto un titolo storico e miracoloso. Sono settimane che i calciatori non sembrano dare la minima risposta.

Nelle altre gare bel successo esterno del Southampton sul Sunderland: i Saints si impongono in maniera roboante per 0-4 (doppietta per Gabbiadini). Lo Stoke supera internamente il Crystal Palace per 1-0. Si chiude 2-2 lo scontro tra West Ham e West Bromwich, mentre termina 0-0 Middlesbrough-Everton. Il tutto in attesa del consueto Monday Night: in programma Bournemouth-Manchester City, con gli uomini di Guardiola che hanno un’ottima opportunità per portarsi da soli in seconda posizione, a meno otto dalla vetta.

Federico Lattanzio