Qual. Mondiali: Italia, obiettivo 3 punti! Ventura non cambia

Gli Azzurri devono subito dimenticare la batosta del Santiago Bernabèu e tornare alla vittoria

Archiviata la pesante sconfitta con la Spagna, l’Italia affronta, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, Israele, servono obbligatoriamente i tre punti per tenere salda la seconda posizione del gruppo G. Lo sa bene il ct che non rinnega la formazione offensiva schierata contro gli iberici:”Accetto le critiche se sono costruttive”.
“Il gap tecnico con la Spagna, va colmato con intelligenza. Altrimenti vincerebbero sempre gli stessi. Quando è uscito il girone e non sei testa di serie sapevi di poter arrivare alle spalle della Spagna. Contro di noi sono stati più bravi ma come lo siamo stati noi ad arrivare a pari punti. Adesso ci aspettano probabilmente i playoff in caso di vittoria contro Israele. Non pensiamo neanche ad una mancata qualificazione”. Che risposta mi aspetto con Israele? “Riprendere il cammino fatto prima di Madrid. E’ stata una serata non facile, contro una squadra di grande qualità e convinzione nei propri mezzi. Adesso dobbiamo pensare a staccare il biglietto per i playoff. Con Israele abbiamo la possibilità di fare delle scelte, di volta in volta, in base alle caratteristiche dei nostri giocatori”.

PROBABILI FORMAZIONI
Nonostante le critiche, il Ct Ventura non cambia idea e prosegue con la completa fiducia nel suo amato 4-2-4. Pochi cambi di formazione. Buffon tra i pali, difesa con Conti, Barzagli, Astori e Darmian. Davanti alla difesa agiranno Verratti e De Rossi. In avanti spazio a Candreva, Immobile, Belotti e Insigne. Probabile 4-2-3-1 per il tecnico di Israele Levy. Glazer in porta, in difesa dovrebbero agire Bitton, Tzedek, Ben Haim e Davidzada. Davanti alla difesa Cohen e Natcho. Refaelov, Einbinder e Ben Haim II alle spalle di Hemed, attaccante del Brighton.

Italia (4-2-4): Buffon; Conti, Barzagli, Astori, Darmian; Verratti, De Rossi; Candreva, Immobile, Belotti, Insigne. CT: Giampiero Ventura.
Israele (4-2-3-1): Glazer; Bitton, Tzedek, Ben Haim, Davidzada; Cohen, Natcho; Refaelov, Einbinder, Ben Haim II; Hemed. CT: Elisha Levy.

PRECEDENTI
Quattro i precedenti tra le due nazionali, con tre successi azzurri e un pareggio, storico, ai Mondiali del 1970 (0-0). Ben 13 i gol azzurri mentre solo tre quelli subiti.

SCOMMESSE
Pronostico tutto azzurro per Italia-Israele. Il naufragio del Bernabeu non ha intaccato le certezze dei bookmakers, che offrono la vittoria dell’Italia a 1,14. Anche Israele, del resto, non attraversa un momento positivo, reduce com’è dalla sconfitta interna di sabato scorso con la modesta Macedonia, che le ha fatto perdere le ultime, remote speranze di arrivare al secondo posto nel girone. Il pareggio israeliano ha già il sapore di impresa, dato a 7,00, la vittoria è un’ipotesi da 22 volte la scommessa. Stando alle quote, la rete azzurra stavolta dovrebbe rimanere inviolata: eloquente, al riguardo, l’abisso che separa Goal e No Goal, in lavagna rispettivamente a 3,25 e 1,30. Più moderato il gap tra Under (2,15) e Over (1,63).