Serie A: Il Milan contro il Genoa per l’Europa, la Roma col Sassuolo tenta la ripartenza

La 29° giornata di Serie A si riapre dopo gli impegni importanti sul palcoscenico europeo. Milan, Inter, Lazio ed Atalanta si rincorrono per un posto sulla scena internazionale, mentre la Roma tenterà di riconquistare l’Olimpico dopo la bruciante uscita dall’ Europa League.

Mancano ormai poche giornate alla fine del campionato e ormai, chi deve, bisogna che si giochi il tutto e per tutto. L’Inter, intanto, sabato tenterà di raggiungere la Lazio, al momento al terzo posto, scontrandosi con i granata a Torino: proprio contro la Lazio, i padroni di casa sono capitolati all’Olimpico per 3 a 1, mentre l’Inter ha vissuto una titanica impresa contro l’Atalanta, concorrente diretta per un posto in Europa, segnando ben 7 reti. Non bisogna, però, abbassare la guardia: il Torino è una squadra piena di risorse, che conta su un Belotti ad oggi considerato uno dei fenomeni del panorama calcistico italiano. Il Torino, con il proprio bagaglio offensivo, può essere una scheggia impazzita per la difesa interista, non sempre impeccabile. Nonostante la goleada contro l’Atalanta un passo falso a Torino, se si abbassa la guardia, è dietro l’angolo. Subito dopo, a San Siro il Milan ospita il Genoa, con l’inquietudine di un closing che continua a sfumare. La certezza della squadra continua ad essere il neomaggiorenne Donnarumma, cui Montella può affidarsi senza paura vista la caratura del fenomeno, il quale sembra un professionista navigato. Lo scorso turno la squadra ha subito una pesante delusione contro la Juventus, per un rigore assegnato ai bianconeri a tempo scaduto, un rigore tra l’altro aspramente criticato e considerato non assegnabile. Le polemiche si sono trascinate a lungo, acuendo nuovamente le polemiche su un presunto favoritismo arbitrale verso la Juventus. Il Milan, quindi, vive un periodo difficile dal punto di vista morale e, per le varie assenze da infortuni e squalifiche, tra cui Bacca, Montella ha dovuto inventarsi qualcosa di nuovo. Ecco che, quindi, bisognerà affidarsi a Lapadula e ai nuovi arrivati Deulofeu ed Ocampos. Anche il Genoa vive un momento complicato, sedicesimo in classifica ed anche sconfitto nel derby della Lanterna. Tuttavia, in questo caso, una rivoluzione di Montella potrebbe portare un’iniezione di fiducia nei ragazzi e, per questo, la formazione ospite parte sfavorita, vista la fame di Europa dei rossoneri.

Passiamo al lunch match di domenica, tra Empoli e Napoli: l’Empoli ha perso lo scorso turno, contro il Chievo, mentre il Napoli ne ha segnati 3 al Crotone. Chiaro che, sulla carta, c’è un divario tecnico e qualitativo importante. L’Empoli è in zona salvezza grazie “alle disgrazie altrui” e non vince da ben 5 partite, mentre il Napoli non può fare passi falsi, vista la concorrenza col fiato sul collo. In realtà, questa partita per gli uomini di Sarri dovrebbe essere pura formalità e non impensierire i partenopei. Anche per l’Atalanta, che ospita il Pescara, non dovrebbero esserci grandi difficoltà: il Pescara, a 12 punti, è in coda alla classifica, mentre l’Atalanta vive un momento di grazia, nonostante la brusca frenata contro il diretto concorrente, ossia l’Inter. In sesta posizione, l’Atalanta sogna l’Europa e, con alle spalle il Milan, non può permettersi di fare passi falsi. Tuttavia, il Pescara non va sottovalutato però, nonostante l’impegno dei singoli, probabilmente non basterà poiché la squadra, anche col cambio di panchina, non ha avuto grandi risultati. Più difficile da analizzare lo scontro tra Bologna e Chievo: entrambe le squadre sono reduci da un risultato positivo e vivono una scia di entusiasmo. Le due squadre potrebbero giocare due ottime prestazioni, visti i risultati incoraggianti dell’ultimo periodo e mettere in scena un bello spettacolo, probabilmente trovando, da entrambe le parti, il goal. Più interessante, il match contro Cagliari e Lazio: all’andata vinsero i bianco celesti ma, tuttavia, la trasferta in Sardegna non è così scontata. La squadra di Simone Inzaghi si è rivelata strepitosa, sia in campionato che in Coppa Italia e gli importanti risultati potrebbero spingere la squadra di Inzaghi a continuare la striscia favorevole. I punti sono fondamentali per non perdere un posto in Europa ma, viste anche le assenze di Milinkovic Savic e De Vrij, non bisognerà abbassare la guardia contro i sardi, sconfitti la settimana scorsa dalla Fiorentina. Gli uomini di Sousa, invece, si scontreranno con il Crotone in terra calabrese: la situazione del Crotone è ormai chiara, visto il penultimo posto in classifica. Nonostante ci sia un divario enorme tra le due squadre, tentare di fare punti per la Fiorentina potrebbe essere più difficile del previsto. Il Crotone gioca ogni match come se fosse una sorta di finale e, di fronte al pubblico di casa, sarà più motivato. Inoltre, il bagaglio offensivo dei meridionali è di tutto rispetto e, per gli uomini di Sousa, sarà necessario non abbassare la guardia.

Altro scontro, quello tra Sampdoria e Juventus, con la Samp che ha messo in tasca il derby con il Genoa ed bianconeri usciti vincenti da un match con il Milan, come abbiamo detto, fortemente criticato dalle pagine sportive. La Juventus dista dalla Samp ben 9 lunghezze, ha conquistato il passaggio di turno in Europa e non si lascia intimorire facilmente ma, nonostante ciò, deve portare rispetto a questa formazione. Muriel ha avuto una crescita impressionante che, probabilmente, a fine stagione gli aprirà porte importanti. Anche Giampaolo ha conquistato la società, anche conquistando entrambi i derby stagionali, e probabilmente resterà anche l’anno prossimo. Tuttavia, anche se i blucerchiati hanno anima e qualità, difficilmente metteranno a rischio i tre punti a cui aspira la Juventus, nonostante la possibilità di giocare tra mura amiche. Gli altri bianconeri della Serie A, invece, ospitano il Palermo: quest’ultimo ha subito ben tre goal contro i giallorossi ed ormai sembra essere rassegnato al passaggio in B. L’Udinese ha dimostrato di avere carattere, vedi il match contro la Juve. Il Palermo ha delle carenze difensive che lasciano ampi spazi agli avversari e, sicuramente, i friulani non si lasceranno scappare tre punti potenzialmente facili, spinti anche dall’entusiasmo del pubblico di casa che non vede una vittoria in casa da Gennaio. Ultimo match di questa 29° giornata è quello tra Roma e Sassuolo: i giallorossi vivono un momento di difficoltà. Hanno dimostrato di avere spessore, qualità, di essere migliorati da numerosi punti di vista, grazie anche al salto di qualità fatto da Naingollan. Lo scorso turno è valso tre punti alla Roma, ma bisogna considerare le ripercussioni psicologiche della sconfitta in Coppa Italia con la Lazio, i tre punti sfumati contro il Napoli, le chance di proseguire in Europa bruciate all’andata contro il Lione e la mancata “remuntada” in casa di ieri sera. La Roma ha bisogno di vincere contro il Sassuolo, per dimostrare di non aver perso la voglia e la grinta che l’ha contraddistinta negli ultimi mesi. Tuttavia, i neroverdi sono sempre una pericolosa incognita anche se contro il Bologna hanno perso tra le mura del Mapei Stadium. Potrebbero, però, approfittare dell’evidente stanchezza degli uomini di Spalletti e tentare di espugnare l’Olimpico o, almeno, di portare a casa un punto. Le statistiche dicono pareggio, io dico che alla Roma potrebbe (e dovrebbe) non bastare.

Clara Caiola