Serie B: Volano Empoli e Frosinone. Palermo e Parma corsare, Perugia da incubo

Le grandi favorite mantengono i pronostici. Male il Venezia, battuto al Tombolato; malissimo il Perugia, ormai in caduta libera.

Vivarini batte Zeman 3-1. Grande prova degli azzurri che schiantano il delfino già nel primo tempo grazie alle reti di Ninkovic e Caputo. A 10′ dalla fine il gioiellino di Zeman, Coulibaly, sembra riaprire la partita ma, 5′ appena bastano a Caputo per firmare la propria doppietta personale e chiudere il match.
Empoli primo, seguito a ruota da Frosinone e Palermo.

Ciociari finalmente travolgenti davanti al pubblico della nuova splendida casa gialloblu. Al ‘Benito Stirpe’ i canarini superano la Ternana dopo essere passati dapprima in svantaggio subendo la rete di Gasparetto. Soddimo trova il pari pochi minuti più tardi. Nella ripresa sale in cattedra Ciano, autore di due assist e della firma finale sul 4-2 ciociaro. Nel mezzo le marcature di Matteo Ciofani e Citro, anche lui tra i migliori sebbene subentrato al comunque ottimo Beghetto. Di Angiulli la rete del momentaneo pari delle ‘Fere’; Frosinone dilagante nel finale ed ora ad una sola lunghezza dalla vetta.

Terzo, a sua volta ad un punto dai ciociari, il Palermo di Tedino. I rosanero si aggrappano al bomber Nestorovski e chiudono la pratica in quel di Carpi già nel primo tempo. Doppietta del macedone e partita in cassaforte. A nulla serve la rete nel finale di Sabbione, immediatamente replicata dal rosanero Embalo. 1-3 il risultato finale, emiliani ridimensionati.

Scende il Venezia. La squadra di Pippo Inzaghi paga la panchina corta e cade nel turno infrasettimanale. Al Tombolato, il Cittadella passa dapprima con Strizzolo, per poi chiudere nel secondo tempo con la firma di Litteri. Nel mezzo il pari, inutile, di Stulac. Lagunari raggiunti al quarto posto da Cremonese e Parma.

Ducali travolgenti a Foggia. I crociati surclassano i satanelli con un netto 0-3.
Il tris di firme porta i nomi di Gagliolo, Insigne jr e Calaiò.
Solo un pari per i grigiorossi invece. A Chiavari infatti è Eramo a rispondereper l’Entella, dopo che gli ospiti erano passati in vantaggio con la perla del ritrovato Paulinho. Il talentuoso brasiliano alla mezz’ora trovava infatti il destro a giro sotto il sette che porta in vantaggio la Cremonese.

Balzo in avanti anche della Salernitana che a Novara domina e stende i padroni di casa. In vantaggio già al 19′ con Gatto, i ragazzi di Bollini chiudono però il primo tempo in parità, Da Cruz a segno per la squadra di Corini. Nella ripresa di scatena Sprocati. Doppietta in 7′ e risultato congelato. Al 90′ il gol di Di Mariano vale solo un sussulto.

Grande vittoria e risultato che non lascia scampo a repliche anche per l’Ascoli. I bianconeri superano 3-1 lo Spezia e rilanciano la propria classifica. Le reti, tutte nella ripresa, portano le firme di D’Urso, Carpani e Favilli. Di Terzi la rete della bandiera per gli aquilotti.

Tre reti si vedono anche al ‘Curi’ dove però è notte fonda per il Perugia. Il grifo affonda sotto i colpi del Cesena. Jallow ed un doppio Laribi consegnano la vittoria a Castori. Male, malissimo Giunti che, da autore di una partenza sprint, si ritrova a dover commentare la quinta sconfitta di fila. Ed iniziano già a serpeggiare i nomi dei probabili sostituti.

Fabio Paris