Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Barcagate: Arrestato l’ex presidente Bartomeu, perquisizioni in corso

Ecco le ragioni del conflitto tra il presidente Bartomeu, Messi e i giocatori

Terremoto in casa Barcellona dove stamane sarebbero stati arrestati l’ex presidente Josep Maria Bartomeu, il Ceo Oscar Grau, il responsabile dei servizi legali del club, Roma Gomez Ponti, e Jaume Mansferrer, consulente di Bartomeu.

L’operazione rientra nell’inchiesta sul Barçagate, scattata dopo la denuncia di un gruppo di soci nei confronti della giunta direttiva del Barcellona con accuse che vanno dalla cattiva amministrazione alla corruzione. E secondo la stampa locale, potrebbe esserci anche di più: gli inquirenti non escluderebbero altri possibili reati come riciclaggio e malversazione. I Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, stando alle prime ricostruzioni si sono presentati stamane negli uffici del Barcellona.

Il Barçagate è scoppiato quando è venuto alla luce il contratto sottoscritto dal club allora guidato da Bartomeu con la I3 Ventures, ufficialmente per occuparsi del monitoraggio dei canali social ma che in realtà avrebbe operato attacchi mirati con account fittizi per screditare personalità di spicco, ma al contempo molto influenti, come Messi, Piquè, Xavi e Guardiola o gli avversari di Bartomeu come Victor Font, Laporta e Benedito, tutti critici verso la gestione del club.

Nello scorso settembre gli inquirenti erano giunti alla conclusione che ci fossero “prove di corruzione”: il Barcellona aveva pagato la “I3 Ventures” una cifra ben al di sopra del normale valore di mercato, facendolo in rate da 200 mila euro per ‘nascondersi’ ai controlli sulla trasparenza che vengono effettuati dentro il club.

Potrebbe interessarti