Tutto il calcio di Serie A, B, Champions League, Europa League e calciomercato. Le notizie su MotoGP, Formula 1. Foto e video di sport

Bundesliga: Amburgo, l’orologio si è fermato! Bayern ko, Hoffenheim in Champions

L'orologio dello stadio, che segnava la permanenza in Bundesliga, si ferma a 54 anni e 261 giorni

Siamo alle battute finali e, come previsto, sono stati emessi i primi verdetti, che hanno sancito la qualificazione delle squadre in Europa League e in Champions League. Anche se rimangono da definire altri match, è stato un campionato sorprendente e imprevedibile, per la retrocessione del Colonia, avvenuta qualche settimana fa. Invece, il Bayern Monaco, è detentore del titolo di Campione da alcune settimane, in anticipo, rispetto alle previsioni. All’Allianz Arena è andata in scena l’ultima partita, che ha visto protagonisti il Bayern Monaco e lo Stoccarda. La squadra di Heynckes, reduce dalla vittoria in campionato, subisce la sconfitta dello Stoccarda, voglioso di conquistare il settimo posto in Europa League. A suggellare l’inizio del match, Ginczek, che, a porta vuota, sigla la rete del vantaggio. Ma, la reazione dei bavaresi non si fa attendere, perché Lewandowski salta due uomini in area con una gran giocata, prima di servire Tolisso per il momentaneo pareggio. Ma, tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa, gli ospiti si concedono un’imponente vittoria, grazie alle reti di Donis-Akol e alla doppietta di Ginczek, che siglano il definitivo 4-1.

Invece, il Wolfsburg ha compiuto l’impresa. Nella 34esima giornata, i Lupi battono il Colonia, retrocesso alcune settimane fa, confermando il terzultimo posto in classifica. Ma, la vittoria del Wolfsburg è stata decisiva, perché dovrà affrontare lo spareggio contro Kiel, terzo nella seconda divisione. Decisivi i gol di Guilavogui, Origi, Knoche e Brekalo. Inutile, invece, la rete di Hector. Triste epilogo per l’Amburgo, che retrocede a distanza di 55 anni nella storia del campionato tedesco. A nulla è valsa la vittoria con il Borussia M’Gladbach, per scongiurare la retrocessione. Alla fine della partita, è esplosa la rabbia dei tifosi di casa con lancio di fumogeni in campo. Partita sospesa per oltre 15′ con l’intervento della polizia a cavallo.

Vittoria per il Friburgo contro l’Ausburg. Il primo tempo non regala forti emozioni. Si chiude 0-0. Invece, nella ripresa il Friburgo passa in vantaggio con la rete di Hofler che, in spaccata, non dà scampo a Luthe. Il Friburgo segna anche la rete del raddoppio con Kleindienst . Tre punti che ufficializzano la salvezza del Friburgo. Vittoria tennistica per il Lipsia, che dilaga per 6-2 contro l’Hertha Berlino. Un match che vale per il Lipsia il piazzamento al sesto posto e la qualificazione in Europa League. Sconfitta per il Borussia Dortmund contro l’Hoffenheim per 3-1. L’Hoffenheim sigla la rete del vantaggio con Kramaric, che approfitta di un clamoroso errore del portiere Burki. Nel secondo tempo, arriva il pareggio del Borussia con Reus, ma non è sufficiente, perché la vittoria finale dell’Hoffenheim gli consente di chiudere il campionato al terzo posto. Per il Borussia, il quarto posto.

Vittoria per il Bayer Leverkusen contro l’Hannover per 3-2. Il Bayer chiude con gli stessi punti di Hoffenheim e Borussia Dortmund, ma per una differenza reti peggiore, scivola in Europa League. Invece, il Mainz perde 2-1 contro il Werder Brema. Al finire del match, tre punti importanti per gli ospiti. Vittoria decisiva per lo Schalke contro Eintract Francoforte. Il risultato sancisce il secondo posto e la qualificazione in Champions League dello Schalke.

Anna Maria Iozzi