Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Calciomercato: Tutte le trattative che vi siete persi oggi

la Juve chiude Bremer per compensare l’addio di De Ligt. Il sostituto di Koulibaly al Napoli arriverà dalla Turchia? Ritorno in Italia di Zajc?

In questo breve articolo riassumiamo tutte le trattative più calde della Serie A e non solo, in un momento dove le squadre di maggiore blasone stanno cercando soluzioni sostenibili per rinforzare i rispettivi rosters.

Il colpo bianconero.

La Juventus sembra aver piazzato il colpo in difesa; Gleison Bremer. Proprio quest’oggi, come riferisce Sky Sport Italia, Urbano Cairo, presidente del Torino, rivale cittadina del club bianconero, ha accettato l’offerta monstre di 40 milioni più 7 di bonus. Un’offerta che l’Inter, ferma a 30 milioni più il cartellino del giovane Casadei, non può e non vuole rilanciare. Il difensore brasiliano, MVP della Serie A 2022, che viene da 4 anni ad ottimi livelli da centrale nella difesa a 3, dovrà dunque abituarsi alla nuova posizione tattica, presumibilmente al fianco di Christian Bonucci, in una difesa a 4 che la Juve cercherà di migliorare a seconda delle occasioni di mercato. Saranno attenzionate speciali le fasce, specie quella di Alex Sandro, con il contratto in scadenza 2023. Per l’attacco rimane il sogno Zaniolo dalla Roma, che appare però sempre più lontano, vista la forza societaria della Roma che ha imposto il pagamento del cartellino esclusivamente cash, senza contropartite. Più probabile un ritorno, il terzo a dire il vero, di Alvaro Morata, dall’Atletico di Madrid. Anche qui, per l’uomo di Max Allegri, sarà da capire con che formula la Juve proverà a convincere la squadra del presidente Cerezo, che nel frattempo tratta con l’Udinese il cartellino del fortissimo laterale argentino Nahuel Molina, molto apprezzato da Simeone( e dalla Juve stessa).

Porte girevoli per i granata.

Ivan Juric, tecnico del Torino, fa della chiarezza una delle sue qualità principali. Il tecnico croato ha chiesto innesti alla società, per compensare gli addi dei giocatori in prestito(Brekalo, Praet e Pobega) ma anche per continuare a migliorare la rosa per obiettivi sempre più ambiziosi. La risposta per ora è stata quasi picche, in quanto stanno arrivando giocatori o da campionati minori o da squadre dove il ruolo di questi era di comprimari( come Radonjic, ex ala del Marsiglia, presa in prestito con obbligo. Ora, con i soldi intascati dalla cessione di Bremer, oltre ad un suo sostituto, il mister esigerà tassativamente almeno due innesti per reparto. Così, mentre si da per fatto l’arrivo di Giulio Maggiore a titolo definitivo dallo Spezia, un nome che avanza per I granataè quello dello sloveno Miha Zajc, ex Empoli e Genoa, ora al Fenerbache di Jorge Jesus, con un progetto estremamente ambizioso. Un affare da chiudere sui 6 milioni di euro. Un altro rilancio che il ds Vagnati dovrà fare è quello per l’esterno Laurientè del Lorient. Anche qui gli 8 milioni più bonus offerti dal ds ex Spal non sono sufficienti per il club transalpino. Intanto l’obiettivo Joao Pedro sembra essersi accordato definitivamente con il Fenerbache. Il brasiliano ex Cagliari è atterrato oggi a Istanbul per visite e firma del contratto. Alla società sarda andranno 7 milioni e bonus vari in base alle prestazioni. L’ennesimo mercato iniziato con il freno a mano tirato per il Toro.

Il Napoli, tra est e ovest.

In pieno restyling, la partenopea punta subito a sopperire alla cessione del suo capo bandiera Kalidou Koulibaly, che per 40 milion di euro è stato ceduto al Chelsea, che è a sua volta molto vicino a Kimpembe, centrale difensivo del PSG, dal costo simile al senegalese campione d’Africa. Con il ricavato di questa eccellente operazione, il Ds Giuntoli ha individuato in Kim Min Jae, centrale sud-coreano classe 1996 in forza al Fenerbache, il rinforzo ideale. Il costo è quello della clausola rescissoria, ovvero 20 milioni di euro, che la squadra azzurra sembra essere intenzionata ad offrire per superare la concorrenza del Rennes di Genesio che, perso Aguerd( 35 milioni dal West Ham) e trovando difficoltà per Umtiti del Barcelona, sta provando a convincere il giovane difensore allenato in passato in Cina. Per quanto riguarda l’attacco sembrano esserci state importanti aperture dell’Udinese per l’obiettivo Deulofeu, brillante esterno d’attacco o seconda punta, reduce dalla migliore stagione italiana con 11 gol. Il cartellino è sui 15 milioni/20 milioni, ma attenzione al Betis Siviglia, che ha offerto all’Udinese 15 milioni di euro per il 70% del cartellino dello spagnolo ex Milan e Watford. Rimane sullo sfondo un’offerta di 28 milioni totali all’Hellas Verona per i cartellini di Barak e Giovanni Simeone.

Tante altre trattative.

Il Monza ha in pugno Caprari dall’Hellas, per una cifra a mo di “ saldo” di 7 milioni, tra prestito e obbligo. Ennesimo affare di Adriano Galliani, con ennesimo sconto della società scaligera, che finora ha fatto un mercato da retrocessione. Il Bologna, avendo incontrato problemi per Strand Larsen del Groningen, farà assolutamente più di un tentativo, con il suo Ds Sartori, per Zirzkee, punta ex Parma, ora al Bayern di ritorno dall’Anderlecht, dove è andato in doppia cifra di gol. Il costo è sui 10 milioni. Da vedere il destino di Arnautovic, corteggiato dalla Juventus.

La Salernitana targata Iervolino e De Sanctis è la squadra decisamente più “fresh” del mercato, con idee interessanti. Così, dopo aver preso Sambia, terzino svincolato dal Montpellier, ora l’obiettivo è un trequartista da mettere dietro Botheim e il mister x dell’attacco, che potrebbe essere quel Dia, che ha segnato al Liverpool in semifinale, ma che si è preso tempo per decidere se accettare la destinazione. Per quanto riguarda il centrocampista offensivo I nomi sono quelli di Djuricic, svincolato dal Sassuolo e quello di Yusuf Yazici, inspiegabilmente in vendita dal Lille di Fonseca.

Continua la campagna di de-rafforzamento della Samp, che lascia andare Thorsby per soli 4 milioni complessivi, all’Union Berlin(che ha sostitutito Awoniyi, andato al Nottingham Forrest, con Siebachteu, ex Young Boys). Non si parla di acquisti in casa Samp, visto che anche per Sarci dell’Ascoli ci sono difficoltà.

Difficoltà che non sembra avere il Milan, che per De Kateleare offre 35 milioni tra parte fissa e bonus al Club Brugge e con un quinquennale da 2 milioni netti al giocatore. Trattativa verso la conclusione per l’interessantissimo talento belga.

La Lazio prova a chiudere per Provedel a 4,5 milioni, con lo Spezia che si coprirebbe con l’acquisto di Andonov, bulgaro classe 2003 ora al Levski Sofia, Anche il mercato dello Spezia fa rabbrividire. Solidarietà per Gotti. La Cremonese chiude per il centrocampista Pickel dal Famalicao, operazione da 5 milioni. Il Lecce, altra neo-promossa, cerca di chiudere Maksimovic per la difesa, mentre la Viola aspetta Dodo per le visite mediche.

All’estero il Siviglia tratta Morelos dai Rangers di Glasgow e Brereton Diaz del Blackburn(che ha rifutato la Salernitana di recente) e sogna il ritorno di Luis Alberto e Reguillon,con il secondo fuori progetto dal Tottenham di Conte , che ha ufficializzato il sesto botto di mercato: Spence, difensore ex Middlesbrough. L’Arsenal di Arteta pesca ancora dal passato del tecnico iberico, andando a prendere Zinchenko per 30 milioni di sterline e si vocifera punti in grande anche per il centrocampo: Sergey Milinkovic Savic.

Potrebbe interessarti