Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Champions League: Haaland, è veramente l’ora della leggenda?

Numeri da capogiro vista l'età e la capacità di concludere in rete

Erling Haaland è certamente l’uomo del momento, uno di quegli attaccanti destinati a gonfiare le reti avversarie non solo nel presente prossima ma anche, e soprattutto, nel futuro. La redazione di Football-Magazine ha voluto approfondire, grazie all’ausilio del portale understat.com, le statistiche dell’attaccante norvegese in Bundesliga per riepilogare i numeri concreti del bomber del Borussia Dortmund.

In questa stagione il centravanti europeo ha collezionato 23 presenze, scendendo in campo 1966 minuti (circa 900 minuti in più rispetto alla passata stagione), siglando ben 21 reti e dispensando 5 assist; i suoi expected gol si attestano sui 16.81 ed i suoi ecpected assist sui 2.86, numeri da brivido avendo in questo modo stracciato tutte te aspettative possibili. Il giocatore in forza ai tedeschi è riuscito a fare alzare il suo xG90 da 0.75 a 0.77 in una sola stagione.

Nella stagione in corso ha segnato tutte le volte all’interno dell’area di rigore ma solo 1 è stata da penalty, ha una vena realizzativa del 30% avendo tirato 65 volte in porta. Dei suoi 21 centei stagionali 19 provengono dal piede sinistro mentre gli altri arrivano di destro e di testa, centravanti mancino che per convenzione è il lato dell’estro.

Se volessimo trovare a tutti i costi un punto debole è il poco fiuto del gol su azioni derivanti da palle inattive come calci piazzati e da fermo; eccezion fatta per quel calcio di rigore ha tirato solamente 6 volte non riuscendo a gonfiare la rete avversaria. Numeri, in ogni caso, da capogiro vista l’età e la capacità di concludere in rete: 3 tiri su 10 si trasformano in gol.

Potrebbe interessarti