Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Champions League: Il Napoli in Turchia cerca il riscatto, Guardiola la rivincita contro il Barca

Nel quarto martedì di Champions sono molte le squadre che potrebbero già volare agli ottavi: Arsenal, PSG, Barcellona, Atlético e Bayern hanno già mezzo piede nei playoff. Il Napoli che si era complicato la vita in casa con il Besiktas, cercherà di restituire lo sfavore ai turchi, per inseguire una più serena qualificazione negli ultimi 180 minuti.

GRUPPO A. Arsenal e PSG potrebbero già chiudere le pratiche del proprio girone nelle rispettive trasferte di Razgrad e Basilea. La matematica avverte che con una vittoria le due potenze del gruppo A staccherebbero per prime il pass per gli ottavi. E nonostante il campo non sia quello di casa, il buon senso la pensa allo stesso modo: sommando gli sforzi offensivi di Ludogorets e Basilea, si ottengono appena tre reti nelle prime tre giornate, due dei quali nel loro scontro diretto. E sembra proprio che sarà lo scontro diretto del 23 novembre a dettare le gerarchie tra le prime due, in ottica squadra da fronteggiare ai playoff, e le ultime due, in ottica qualificazione all’Europa League.

GRUPPO B. La Turchia non adotta l’ora legale e il Napoli si adatta al nuovo scenario: con due ore di anticipo sul programma della giornata, i partenopei faranno visita al Besiktas. Il sogno di passare il turno dopo soli 270 minuti sembra già lontano, in un girone che si è improvvisamente riaperto dopo la sconfitta contro i turchi al San Paolo. Preoccupa il fatto che dall’infortunio di Milik il Napoli abbia vinto solo contro Crotone ed Empoli, fallendo le occasioni più importanti. Questa lo è più che mai. Nell’altra partita il Benfica, dovesse bissare in casa il successo contro la Dinamo Kiev, guadagnerebbe in ogni modo una posizione in classifica.

GRUPPO C. Ghiotta occasione per il Barcellona. Se espugnasse l’Etihad si farebbe un doppio regalo: accederebbe agli ottavi con largo anticipo e metterebbe nei guai il Manchester City, ancora a 4 punti. La trasferta non è ovviamente delle più facili, ma i numeri blaugrana fanno paura: tre partite per registrare 13 gol all’attivo e uno solo al passivo. Chi può approfittare della situazione è il Borussia M’Gladbach: i tedeschi hanno fatto punti solo contro il Celtic, che tornano ora ad affrontare per insidiare una delle due posizioni lassù.

GRUPPO D. Possibile doppia volata agli ottavi: Robben torna a casa per preparare la quattordicesima qualificazione consecutiva al Bayern (vittoria o pari dell’Atlético permettendo). Lista degli infortunati piuttosto lunga per il PSV: Zoet, De Jong, Hendrix e Locadia, a cui potrebbe aggiungersi Narsingh. Momento non certo fortunato per gli olandesi, accentuato dal rendimento delle ultime gare: appena due vittorie nelle ultime sette disputate. Per l’Atlético Madrid la partita casalinga contro il Rostov è l’occasione buona per scrollarsi di dosso l’etichetta dell’1-0 fisso. In ballo però c’è anche il record di chiudere il girone senza subire reti, impresa mai riuscita a nessuno.

Carlo Pignataro

Potrebbe interessarti