Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
CHAMP

Champions League: L’Inter crolla, ottavi lontani. L’Atalanta espugna Anfield

Baratro totale per la squadra di Conte, umiliata dal Real. Gasperini espugna Anfield e regala un altro sogno alla Dea

Notte di Champions completamente opposta per le nerazzurre d’Italia. L’Inter è annichilita dalla superiorità di un Real privo di Ramos e Benzema. La squadra di Conte praticamente non scende in campo e dopo 6’ è già a causa del rigore realizzato da Hazard. Il primo tempo è una lezione di calcio di Zidane all’ex compagno di squadra. Vidal rovina definitivamente tutto con un’espulsione per proteste, causata da un mancato penalty(dubbio) per i nerazzurri.

Reazione d’orgoglio nei primi minuti della ripresa per l’Inter, che meriterebbe un rigore per trattenuta su Gagliardini ma l’arbitro e il Var non sono dello stesso giudizio. Poco dopo dormita clamorosa da rimessa laterale della difesa interista, con tanti grazie da parte di Rodrygo che segna il gol del definitivo 2-0. Notte fonda ora per l’Inter, a cui solo la matematica regala la minuscola fiammella di una qualificazione ormai impossibile. Infatti il Borussia Monchengladbach stravince contro lo Shakhtar per 4-0.

Diametralmente opposta alla serata dell’Inter, quella dell’Atalanta, che realizza la più grande impresa europea della sua storia, espugnando Anfield. Gli uomini del Gasp giocano alla pari del Liverpool e al 60’, passano in vantaggio con il gol più atteso, quello di Josip Ilicic, su assist dell’immenso Papu Gomez. Passano 4 minuti e azione fotocopia con il 10 bergamasco che serve al centro per Hateboe, che la sponda per Gosens che firma il 2-0 finale. L’Atalanta fa un bel passo in avanti nella corsa agli ottavi, nonostante la vittoria dell’Ajax per 3-1 in Danimarca, che porta gli olandesi a 7 punti come i nerazzurri.

Si complica la vita dell’Atletico che pareggia in casa, contro la Lokomotiv Mosca. Gli spagnoli non riescono a sbloccare il match e dopo 4 partite sono solo a 5 punti. Decisiva la sfida contro il Salisburgo, che rischia di diventare un dentro fuori per il Cholo. Passa agli ottavi invece il Bayern, che vince facile proprio contro il Salisburgo per 3-1, nonostante l’inferiorità numerica. Ancora a segno Lewandoski.

Vince il City di Guardiola e si aggiunge alle squadre già classificate alla prossima fase di Champions. 1-0 in casa dell’Olympiacos, che solo Dio sa come, riesce a limitare il passivo ad una sola rete, realizzata da Foden. Ad un punto dalla qualificazione anche il Porto, che batte il Marsiglia per 2-0.

Potrebbe interessarti