Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Champions League: Mbappè abbatte il Barça, il Liverpool riparte

Pochettino e Klopp ad un passo dai quarti di finale dopo le facili vittorie in trasferta

Notte di Champions, notte di stelle. Torna la competizione più bella del panorama calcistico per club e a scendere in campo sono Barcellona, Psg, Lipsia e Liverpool. Catalani e francesi si sfidano al Camp Nou in un vero e proprio duello tra la leggenda Messi e il nuovo che avanza Mbappe. In campo per il Paris anche i tre italiani Verratti, Florenzi e Kean, sicura materia di studio per il C.T. Mancini in vista degli Europei. La partita è da subito divertente con occasioni per entrambe le squadre. Ghiotta quella che capita sui piedi di Mauro Icardi, che servito da Mbappe spreca solo in area di rigore il gol del potenziale 1-0. Pochi minuti dopo De Jong attacca la profondità e Kurzawa con un leggero contatto lo stende obbligando l’arbitro ad assegnare il calcio di rigore al Barcellona. Messi non sbaglia e porta avanti i padroni di casa.

Il Paris non si scompone e dopo aver rischiato il raddoppio di Dembele, che spreca un assist al bacio di Messi, attacca il Barcellona trovando il gol del pareggio con Mbappe, bravo a liberarsi in area, dopo un’invenzione geniale di Verratti. Il Barcellona subisce il contraccolpo psicologico e nella ripresa affonda letteralmente sotto i colpi del fenomeno francese che prima porta in vantaggio gli ospiti e poi, dopo il momentaneo 3-1 di Kean (di testa, dagli sviluppi di un calcio di punizione), sigla la personale tripletta che chiude i giochi e con ogni probabilità manda a casa il peggior Barcellona degli ultimi 15 anni. Disastrosa la formazione di Koeman che nonostante le assenze di Neymar e Di Maria, è crollata contro un avversario sembrato anni luce distante sia a livello tecnico che mentale.

Sul neutro di Budapest si sfidano il Lipsia “padrone di casa” e il Liverpool. In campionato la squadra di Klopp è reduce da brutte prestazioni, condite da molte critiche. I tedeschi, semifinalisti della passata edizione, sono avversario ostico e partono bene con il palo di Olmo. Primo tempo molto equilibrato. Al 36° minuto l’arbitro annulla giustamente un gol a Firmino. La ripresa si colora di rosso e le due frecce di Klopp, Salah e Mané spaccano in due la partita grazie a due veri e propri regali dei giocatori del Lipsia.

Prima l’ex Roma al 53° approfitta di un errore in disimpegno di Sabitzer per battere Gulacsi. 5 minuti dopo Mané chiude il match dopo uno scivolone sulla palla di Mukiele che apre una prateria per il definitivo 2-0. I tedeschi reagiscono con orgoglio ma non basta per trovare la via del gol. Finisce così con il Liverpool vicinissimo alla qualificazione ai quarti, sfuggita la passata stagione

Potrebbe interessarti