Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Emozioni all’Olimpico, Totti risponde a Hernanes, finisce 1-1

All’Olimpico, il Monday Night della 31ª giornata finisce 1-1. Lazio avanti nel primo tempo con un gran gol del “Profeta”, che poi nella ripresa sbaglia un rigore, pareggia sempre dagli 11 metri il capitano della Roma. Espulso Biava

Totti – Roma

Si chiude sull’1-1 l’attesissimo derby di Roma: lunedì sera, nel posticipo della trentunesima giornata, Totti dal dischetto risponde ad Hernanes, autore del vantaggio della Lazio ma anche protagonista di un rigore sbagliato sull’1-0.

LA GARA – Il derby, inizia nel segno della Roma che, pur priva dello squalificato Osvaldo, attacca bene, con Lamela che servito da Totti chiama subito alla parata Marchetti. La Lazio, in difficoltà, si salva, però, e al sedicesimo minuto, alla prima occasione, passa in vantaggio: Hernanes si gira bene dopo aver ricevuto palla tra le linee e lascia partire un gran tiro dalla distanza che si insacca imparabilmente per l’1-0. I giallorossi subiscono il contraccolpo e pur continuando a far girare il pallone non danno la stessa buona impressione dei primi minuti, anche perchè De Rossi rimane in campo acciaccato dopo un contrasto a centrocampo.

Nella ripresa, Hernanes ha subito l’occasione per ipotecare la vittoria ma la spreca: Mazzoleni decreta un calcio di rigore per fallo di mano di Marquinhos, tradito da un rimbalzo della palla, ma il “profeta” dal dischetto non centra la porta. Scampato il pericolo, è un’altra Roma, con Destro al posto del claudicante De Rossi, ed arriva subito il pareggio. Hernanes tradisce di nuovo la sua squadra fermando fallosamente Pjanic in area e Totti firma l’1-1 con grande freddezza, trovando l’angolino basso dove Marchetti pur intuendo non può arrivare. Petkovic è costretto a sostituire Klose, che come prevedibile finisce la benzina decisamente prima del novantesimo, ma subito dopo deve operare un altro cambio ancor più doloroso: Biava nel giro cinque minuti commette infatti due falli da ammonizione, lasciando la Lazio in dieci uomini, e Ledesma, visibilmente irritato, cede il posto a Ciani per ristabilire un adeguato assetto difensivo. In superiorità numerica, la Roma alza il baricentro e trascinata da Totti prova in tutti i modi a raddoppiare ma la migliore occasione viene sprecata da Lamela che da un metro non riesce a spingere in rete un perfetto calcio d’angolo del capitano giallorosso. Negli ultimi minuti la Lazio si difende con le unghie e con i denti, fino al triplice fischio, che sancisce l’1-1 finale.

Potrebbe interessarti