Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Eredivisie: Il Twente non conosce sconfitta

di Leonardo FRANCESCHINI

I reds del sud-est olandese non smettono di vincere. La sesta vittoria su sei gare giocate consente al Twente di raggiungere il maggior distacco avuto finora dalla seconda, in questo caso il Vitesse, che rimane a -4.  Proprio i gialloneri di Arnhem, secondi in classifica, impattano per 1-1 con l’Heracles; anche l’Ajax, reduce dalle fatiche di Champions, non va oltre il pari. Il Psv infila il tris contro il Feyenoord, male anche l’Az.

FC-Twente

TADIC-GOAL VALE TRE PUNTI IN PIU’. IL VITESSE INCIAMPA NELL’HERACLES; BABEL SALVA L’AJAX. Dopo i clamorosi sei goal a casa del Willem II, il Twente ha potuto riabbracciare il proprio pubblico. Van Basten ed il suo Heerenveen hanno fatto visita all’indiscussa capolista per questa sesta giornata di Eredivisie. Altri sei goal ? Macché, niente fuochi d’artificio stavolta, ma tanta fatica. La vittoria arriverà, come sempre da quando è partita la stagione, seppur con qualche imprevista difficoltà di troppo. L’1-0 finale i reds l’ottengono soltanto grazie al guizzo del centrocampista serbo Dusan Tadic, questa volta in veste di finalizzatore anziché di rifinitore come più spesso gli capita. La più diretta inseguitrice, il Vitesse, giocava in casa, contro l’Heracles. Anche in questo caso, nonostante le scarse qualità dell’avversario, la squadra favorita, ovvero il Vitesse, ha faticato più del dovuto riuscendo a strappare un solo punto agli ospiti che avevano condotto la gara dal 48′ grazie alla rete di Gouriye. Per fortuna dei gialloneri, ad evitare il disastro tecnico ci ha pensato Wilifred Bony, al 73′, mettendo in rete il pallone dell’1-1. Delle prime tre in classifica sicuramente all’Ajax spettava l’incontro più difficile: l’ostica trasferta nella capitale, a casa dell’Ado Den Haag. I cigni gialloverdi dopo 14 minuti di gioco erano già sull’1-0 per la rete di Beugelsdijk. La risposta dei lancieri si è fatta attendere fino al 62′, minuto in cui Ryan Babel, il grande ex tornato a casa dopo quattro anni di Liverpool e uno di Hoffenheim, ha potuto nuovamente esultare con indosso la maglia per la quale ha sempre tifato. Emozioni forti.

IL PSV SI RISOLLEVA: 3-0 AL FEYENOORD. L’UTRECHT VINCE ANCORA; L’AZ CADE A BREDA. Il Psv dopo la sconfitta per 1-0 ad Utrecht ricomincia dalla Philips Arena. Alla grande. L’avversario del giorno è il Feyenoord che arriva da un risultato positivo contro i Pec. Ma in campo non c’è storia e Toivonen, Wijnaldum e Narsigh rifilano un sonoro tris alla squadra di Rotterdam. Proprio l’Utrecht vincitore nel passato turno contro il Psv, si ripresenta in forma all’impegno del sesto turno nel sud dei Paesi Bassi, a Kerkrade, città del Roda JC. Anche in questo caso ai biancorossi basta una rete per portare a casa i tre punti e la seconda vittoria consecutiva. Il punteggio finale di 0-1 rimane invariato dal 34′ quando Bulthuis sigla il goal partita. Continua l’altalena dell’Az Alkmaar che tante ne vince e tante ne perde. La continuità non fa proprio per gli uomini di Verbeek che si ritrovano da punto a capo dopo i fantastici progressi visti nel 4-0 al Roda della scorsa settimana. Eppure con il Nac era iniziata bene, con il vantaggio acquisito grazie alla marcatura di Maher, al 35′. Ma le magagne caratteriali dell’Az sarebbero uscite di lì a poco. Sei minuti di pure follia, dal 67′ al 73′, ed il Nac, in un batter d’occhio, ha vinto la partita. Prima vittoria in campionato per il Nac che sale a cinque punti in classifica uscendo dalle zone più paludose della classifica.

BRUTTO PARI INTERNO PER IL WAALWIJK; BENE IL GRONINGEN CON IL PEC. RETI BIANCHE TRA NEC E WILLEM II. Il Waalwijk continua a perdere smalto. Dopo il sorprendente avvio con sette punti nelle prime tre giornate, la squadra di Rodney Sneijder e Teddy Chevalier pareggia ancora per 1-1 in casa. L’ultima volta, nel quarto turno, era successo con l’Heracles; stavolta con il VVV-Venlo. Gli ospiti erano addirittura passati in vantaggio con Seip al 6′. Nella seconda frazione, al 56′, il solito Chevalier ha tolto i suoi da guai ben peggiori mettendo a segno l’1-1 finale che rimane comunque un risultato negativo considerando l’avversario, mai capace di vincere quest’anno, ed il fattore campo. Un risultato più che positivo l’ha invece ottenuto il Groningen, contro il Pec Zwolle. La vittoria per 2-1 in casa del Pec è stata conquistata in extremis, nell’arco di soli quattro minuti. Mel primo tempo il Pec era passato in vantaggio con Mokhtar, al 22′. Poi all’84’ Zeefuik e de Leeuw a due dallo scadere hanno regalato la seconda vittoria ai verdi di Groningen. Partita noiosa e, udite udite, senza reti, un caso rarissimo per la Eredivise, tra Nec Nijmegen e Willem II. Unico fatto da segnalare, l’espulsione di Conboy, terzino danese del Nec.

Potrebbe interessarti