Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Eredivisie: il Twente aggancia il Psv in vetta, l’Ajax raggiunge il secondo posto

Di Leonardo FRANCESCHINI

Il Twente, che aveva superato l’Heracles nell’anticipo del Venerdì, ha sfruttato il passo falso del Psv, fermato sul pari a Nijmegen, agganciando l’undici di Advocaat in vetta alla classifica con 37 punti. Ad un solo punto di distacco dal duo di testa, troviamo l’Ajax che Domenica, vincendo per 4-2 a Tillburg, ha conseguito il sesto successo consecutivo. Occasione persa, invece, per il Vitesse rimontato sul 2-2 al 90+3’ dal Waalwijk, il club di Arnhem adesso è quarto con 35 punti (-2 dalla prima, -1 dall’Ajax secondo). Il Feyenoord, caparbio e fortunato nella vittoria per 3-2 sull’Ado, si conferma in un periodo di straordinaria forma: i bianco-rossi di Rotterdam ricoprono attualmente il quinto posto (34 punti). Le distanze sono davvero minime: tra la prima e la quinta della classe ci sono soltanto tre punti. Il campionato d’Olanda, a differenza di Liga, Serie A e Bundesliga, è sempre più aperto ed avvincente.

IL TWENTE TORNA A FARE LA VOCE GROSSA, IL PSV FA FLOP. L’AJAX E’ INARRESTABILE. Nell’anticipo di questa 17° giornata della Eredivise, il Twente di McClaren, soffrendo, ha sconfitto per 3-2 un battagliero Heracles Almelo. Gli ospiti dell’Heracles, dopo esser passati in vantaggio al 20’, si sono ritrovati sotto per 2-1 ad inizio ripresa (Chadli al 26’ e Gyasi al 62’). Ma il Twente, particolarmente distratto in fase difensiva, si è fatto bucare ancora, stavolta da Bruns in gol al 64’. A venti minuti dallo scadere Luc Castaignos, il giovane attaccante ex-Inter, ha salvato il Twente siglando una rete importantissima, decisiva ai fini della classifica. Quella che aspettava il Psv non era una partita facile, lo si sapeva dall’inizio, se in più ci si aggiunge l’incombenza dei ottenere tre punti dettata dalla vittoria del Twente nell’anticipo, la gara in casa del Nec era già diventata decisiva. In questo senso, la partenza dei “Reds” è stata eccellente: 1-0 dopo 10’. I problemi sono giunti più avanti, nel proseguo del match. L’incapacità di chiudere la partita dimostrata dal Twente ha permesso al Nec di rimanere in gioco fino all’ultimo: non a caso all’80’ è arrivato il preventivato pari dei padroni di casa firmato da Pàlsson. Chi invece sta attraversando uno stato di grazia e non perde un colpo da ormai sei turni è l’Ajax, la squadra del momento. La formazione di De Boer si è imposta con autorità anche nell’insidiosa trasferta di Tillburg, a casa del Wiellm II. La prima frazione, nel corso della quale sono arrivate ben quattro reti, due per parte, si era conclusa in perfetta parità. Moisanderal 72’ e Lukoki a tre minuti dal novantesimo hanno messo il sigillo sul 4-2 finale in favore dell’Ajax.

VITESSE RIMONTATO IN EXTREMIS, IL FEYENOORD CONTINUA LA SUA MARCIA, UTRECHT O.K. CON L’HEERENVEEN. Sfortunato ma anche colpevole il Vitesse che si è lasciato rimontare per due volte nell’arco dei novanta minuti. I gialloneri si erano portati avanti già all’8’ con Bony, nemmeno a dirlo. Al 78’ Chevalier, centravanti del Waalwijk, ha riportato la gara in parità. Tre minuti più tardi, Cziommer, andando in rete ha dato ai padroni di casa l’illusione di una vittoria fondamentale, utile a tornare in prima posizione. Invece no. No perché il Waalwijk, durante il terzo minuto di recupero, ha trovato il definitivo 2-2 affidandosi alla giocata di Sander Duits. Il Vitesse però dovrà anche iniziare a guardarsi le spalle oltre che continuare a tenere nel mirino Twente, Psv ed Ajax visto che appena dietro, Utrecht ma soprattutto Feyenoord gli sono alle calcagna. Il Feyenoord di Rotterdam, squadra sempre più Pellè-dipendente, nel pomeriggio di Domenica ospitava l’Ado Den Haag. Fino all’86’ la situazione era la seguente: punteggio sul 2-2 con le reti di Pellè ed Immers per il Feyenoord e di Van Duinen e Holla per l’Ado. Da segnalare anche due espulsioni, una per parte. Questo fino all’86’. Infatti, a quattro minuti dalla chiusura dei tempi regolamentari, Tjaronn Chery, giovane centrocampista dell’Ado, ha messo il pallone alle spalle del suo portiere regalando al Feyenoord tre punti d’oro. A differenza del match appena commentato, tra Utrecht ed Heerenveen non c’è stata storia. Una doppietta di Leon de Kogel più un gol di Jacob Mulenga hanno sancito il tre a uno finale. Per l’Heerenveen a segno Finnbogason.

ALTIDORE TRASCINA L’AZ NELLA TRASFERTA DI ZWOLLE, NEGLI ALTRI DUE SCONTRI SALVEZZA PREVALE LA PAURA. Tra Pec Zwolle ed Az Alkmaar, a differenza degli altri scontri salvezza in scena nel week-end, abbiamo assistito ad una bella partita, quantomeno giocata per vincere. Mattatore indiscusso del match è stato, senza ombra di dubbio, Jozy Altidore, attaccante statunitense ex Villareal ed Hull City, tra le altre. Con una doppietta il calciatore originario del New Jersey ha steso il Pec a segno tardi, al 57’, con Denni Avdic. Al 77’ la squadra di casa è anche rimasta in 10 a causa dell’espulsione di Van den Berg. Rimane invece poco da raccontare sulle restanti partite del 17° turno: Groningen – Venlo e Roda – Nac, entrambe finite a reti bianche.

Potrebbe interessarti