Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Europa League: La Roma di Fonseca cerca l’impresa all’ Old Trafford

La Roma questa sera a Manchester sia per centrare una storica finale, che potrebbe cambiare la storia recente dei giallorossi e consegnare alla squadra di Fonseca una qualificazione in Champions League divenuta quasi impossibile in campionato, sia per vendicare il clamoroso 7-1 del 2007.

La Roma questa sera è chiamata ad una prova di carattere, di quelle che quest’anno sono un po’ mancate nei big match in campionato: serve archiviare i discorsi circolati negli ultimi giorni riguardo Sarri, fare gruppo e sfornare la partita perfetta per battere il Manchester United, o almeno per non uscire con le ossa rotte da Old Trafford, che già in passato ha riservato cocenti delusioni ai tifosi romanisti, basti pensare al clamoroso 7-1 del ritorno dei quarti di finale della Champions 2007.

Fonseca sceglie quindi l’esperienza: spazio a Dzeko dal 1’ e Diawara al posto di Villar, ovviamente insieme all’immancabile Jordan Veretout; in difesa partita speciale per Smalling, che proprio nei Red Devils ha costruito buona parte della sua carriera, prima di essere epurato dagli inglesi: chissà che non abbia sete di rivincita anche lui.

Solkjaer, invece, schiera la sua parata di stelle al completo: Cavani, Rashford e Bruno Fernandes, accompagnati da Pogba e Fred, con la possibilità di schierare a gara in corso le baby stelline Greenwood e Dallo sicuramente non faranno passare una serata tranquilla a Pau Lopez & co., con la speranza che il risultato possa ripetere le precedenti prestazioni dei giallorossi in EL.

In contemporanea si gioca Villarreal-Arsenal, una partita ovviamente speciale per l’allenatoredel Submarino Amarillo Unai Emery, proprio ex Gunners e specializzato in Europa League, viste le svariate vittorie sulla panchina del Siviglia o la finale ottenuta e persa con gli inglesi.

Sull’altra panchina, invece, Arteta non è un ex, ma è pur sempre uno spagnolo contro una spagnola, con l’obiettivo di dare un senso a questa insipida stagione dei londinesi, visto che in campionato non sono mai neanche stati in competizione per un posto Champions, e che sognano un trofeo europeo che manca dalla Coppa delle Coppe 1993/1994.

Potrebbe interessarti