Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
EL

Europa League: Roma e Lazio ko al ’95! La qualificazione adesso si fa in salita

Destini incrociati per le due romane impegnate in Europa League

Borussia M’Gladbach-Roma 2-1

La Roma perde al 94’ una partita che avrebbe potuto e dovuto portare a casa. Gol di Thuram nei minuti di recupero che condannano i giallorossi alla sconfitta e al terzo posto nel girone J.Nel primo tempo il Borussia pressa molto alto la Roma mettendo grande pressione sull’azione dei capitolini; al 16’ Zakaria sfiora la traversa con un gran destro dalla distanza.La Roma risponde con un’azione personale di Pastore, buona prestazione per lui, che impegna con il suo destro i guantoni di Sommer. I tedeschi continuano a pressare e la Roma soffre, tanto che al 34’ passa in svantaggio con un autogol sfortunato di Fazio che devia nella propria porta un cross dalla sinistra di Thuram.

Nei secondi 45’ il Borussia riprende da dove aveva cominciato e spaventa la porta di Pau Lopez ancora con Thuram, uno dei migliori dei suoi, e poi con Stindl. A questo punto la squadra di Fonseca si risveglia e prende le misure ai padroni di casa; al 56’ gran destro di Pastore che Sommer devia in angolo.  Qualche minuto più tardi pareggio della Roma: è ancora Fazio il protagonista, bravo a mandare in porta un calcio di punizione battuto dalla sinistra. La Roma non si ferma e confeziona un altro contropiede pericoloso grazie a una splendida azione personale di Veretout che lancia in profondità Dzeko; il bosniaco devia la palla per Kliuivert, che in area di rigore calcia alto sopra la traversa.

Negli ultimi 15’ di partita non succede molto da raccontare se non un match combattuto da entrambe le squadre; la Roma concede qualche calcio di punizione di troppo e proprio da uno di questi, al 94’, Plea fa la sponda per Thuram che di testa fa il 2-1 definitivo.
La Roma non dovrà perdere in Turchia nel prossimo turno per sperare ancora nella qualificazione nel turno successivo.

Lazio-Celtic 1-2

La Lazio aveva bisogno di una vittoria per giocarsi ancora la qualificazione al turno successivo, invece a sorpresa e come all’andata arriva una doccia gelata al 95’ che fa sprofondare i biancocelesti lontano dal passaggio del turno. Inzaghi sceglie come coppia d’attacco titolare Immobile-Caicedo e sono proprio loro due a confezionare il gol del vantaggio: cross di Lazzari, il sudamericano tocca la palla indirizzandola per Immobile che realizza il vantaggio e il suo 101esimo gol in maglia laziale. Al 38’ Forrest pareggia i conti ringraziando il doppio errore di Milinkovic-Savic e Acerbi che consentono al giocatore del Celtic di calciare in porta e battere Strakosha. A fine primo tempo i biancocelesti hanno una doppia occasione, con Milinkovic-Savic e Parolo per riportarsi in vantaggio

Nel secondo tempo gli scozzesi spingono sull’acceleratore pur senza creare grossi pericoli; a questo punto sale in cattedra Luis Alberto, in campo al posto di Leiva. Ci prova ancora Milinkovic-Savic a portare avanti i suoi, ma Forster para il tiro del serbo; poi Immobile chiede un calcio di rigore per fallo di mano, Luis Alberto colpisce un palo da calcio d’angolo, ci prova anche Lazzari con il destro e infine Berisha. Nonostante tutte queste occasioni, nei minuti di recupero Ntcham, ex Genoa, segna il gol del 2-1 e della qualificazione per il Celtic. Alla Lazio ora servirà un vero miracolo sportivo per raggiungere la fase a eliminazione diretta.

Gruppo A
Il Siviglia fa 5 gol in trasferta al Dudelande, tripletta per El Haddadi e doppietta di Dabbur; l’Apoel ribalta il risultato contro il Qarabag, dopo essere passato in svantaggio al 10’ del primo tempo. Spagnoli in testa a punteggio pieno, 12 punti, seguono Apoel e Qarabag a 4, Dudelange a 3.

Gruppo B
Copenaghen che non va oltre l’1-1 contro la Dinamo Kiev, pareggio anche fra Lugano e Malmo. Discorso qualificazione aperto a ogni soluzione: i danesi guidano il girone a 6 punti, stesso punteggio per la Dinamo, Malmo a 5 e Lugano ultimo a 2 punti.

Gruppo C
Basilea che supera il Getafe per 2-1 con Frei protagonista, gol e assist per lui. Nell’altro incontro, il Krasnodar sconfigge 3-1 il Trabzonspor. In classifica svizzeri a 10 punti, Getafe e Krasnodar a 6, chiudono i turchi con un solo punto.

Gruppo D
Due gol in 15’ bastano allo Sporting Lisbona per battere in trasferta il Rosenborg; il PSV cade a Linz contro il Lask perdendo 4-1 dopo essere passato in vantaggio. Classifica corta con portoghesi primi a 9 punti, PSV e Lask a 7, Rosenborg eliminato a 0 punti.

Gruppo E
Il Celtic batte all’Olimpico la Lazio per 2-1 nei minuti di recupero ed in testa al raggruppamento con 10 punti. Un gol di Rondon porta i 3 punti al Cluj contro il Rennes; in classifica i romeni sono secondi a 9 punti, Lazio a 3 e francesi ultimi con 1 punto.

Gruppo F
Due gol negli ultimi 10’ di partita per Vitoria Guimares e Arsenal che pareggiano 1-1; Standard Liegi che batte 2-1 l’Eintracht Francoforte con un gol al 94 di Lestienne.
In classifica Arsenal primo a 10 punti, seguono Standard e Francoforte a 6, ultimo il Vitoria con 1 punto.

Gruppo G
Morelos e Davis portano 3 punti ai Rangers di Glasgow contro il Porto; nell’altro match, Feyenoord e Young Boys pareggiano 1-1 con un gol per tempo. Qualificazione aperta per tutte e quattro le squadre: Young Boys e Ranges a 7 punti, Feyenoord e Porto a 4.

Gruppo H
Risultato tennistico per l’Espanyol che travolge 6-0 il Ludogorets, in 9 uomini già al 35’ del primo tempo; Ferencvaros e CSKA Mosca non vanno oltre lo 0-0. In classifica spagnoli a 10 punti, segue il Ludogorets con 6, Ferencvaros con 5 e ultimi russi del CSKA con 1 punto.

Gruppo I
Gent che ribalta il risultato in Germania contro il Wolfsburg, 3-1 per i belgi che si prendono la vetta della classifica con 8 punti, tedeschi secondi a 5. St Etienne che si fa raggiungere nei minuti di recupero dall’Oleksandrija, match che finisce 2-2; francesi e ucraini a 3 punti.

Gruppo J
La Roma perde al 94’ in casa del Borussia M’Gladbach per 2-1 complicando così il discorso qualificazione. Istanbul Basaksehir che batte in trasferta il Wolfsberg grazie a una doppietta di Crivelli fra l’83’ e l’87’. In classifica turchi a 7 punti, Borussia e Roma a 5, austriaci ultimi a 4 punti.

Gruppo K
Due gol di Paulinho e Sporting Braga che batte il Besiktas per 3-1; al Wolverhampton basta un gol di Jimenez per regolare lo Slovan Bratislava.Braga primo a 10 punti, inglesi a 9, Slovan a 4, Besiktas già eliminato con 0 punti.

Gruppo L
Greenwood, Martial e Rashford regalano la vittoria al Manchester United contro il Partizan, 3-0 e primo posto in classifica con 10 punti. Az Alkmaar ne fa 5 all’Astana; olandesi secondi a 8 punti, Partizan Belgrado a 4, Astana ultimo a 0 punti.

Potrebbe interessarti