Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Infantino verso una rivoluzione:”Meno squadre ma più equilibrate”

Il presidente Fifa: "Il calcio rischia la recessione ma forse è l'occasione per riformarlo"

Il Coronavirus sta cambiando le vite di tutti e, chiaramente, alterando anche le dinamiche, cristallizzate da tempo, del mondo del calcio. Non appena il virus verrà debellato, ci potrebbero essere tantissime novità importanti a livello mondiale. Gianni Infantino, presidente della FIFA, ha spiegato cosa accadrà nell’immediato futuro: “Prima la salute. Poi tutto il resto. E il resto, per i dirigenti, significa sperare il meglio ma anche prepararsi al peggio. Senza panico, diciamolo chiaramente: si giocherà quando si potrà senza mettere a rischio la salute di nessuno”, le sue parole alla Gazzetta dello Sport.

Chiaramente, ci si sofferma anche sull’impatto economico che porterà questo stop forzato: “Grazie agli ultimi quattro anni, la Fifa gode di ottima salute e risorse. Le riserve sono per situazioni di crisi Fifa, ma qui è una crisi del calcio mondiale. E mi sembra ovvio che dobbiamo fare tutto”. Impossibile fare previsioni sul danno economico: “Serve una valutazione dell’impatto economico globale. Ora è difficile, non sappiamo quando si torna alla normalità”. Insomma, prematuro fare dei calcoli su cosa perderanno le varie società.

C’è, invece, la volontà di rivedere l’intero sistema calcio: “Possiamo forse riformare il calcio mondiale facendo un passo indietro. Con formati diversi. Meno tornei, ma più interessanti. Forse meno squadre, ma più equilibrate. Meno partite per proteggere la salute dei calciatori, ma più combattute”. Spazio anche ad una battuta sul calcio italiano e, in particolare, sul campionato bruscamente interrotto quando la lotta per il vertice era appassionante: “Finora è stato molto interessante. Complimenti a Juve, Lazio e Inter. Bene, anzi, benissimo l’Atalanta che ha entusiasmato tutti in Champions”.

Potrebbe interessarti