Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

La Juve allunga a +9. Crollano Napoli e Inter. Fiorentina quarta

La 28a giornata di Serie A ha forse definitivamente spento le speranze scudetto per il Napoli, battuto 2-0 in casa del Chievo. Con una vittoria al 90° la Juve allunga a +9. Inter e Lazio battute in casa da Bologna e Fiorentina. Palermo sempre più giù.

Juventus-vola-a-+9

MEZZO SCUDETTO – La Juventus supera in extremis il Catania e aumenta a nove punti il suo vantaggio sul Napoli, sconfitto sul campo del Chievo Verona. Nelle gare pomeridiane della 28esima giornata, i campioni d’Italia battono 1-0 i siciliani con un gol nei minuti di recupero di Giaccherini. Dopo quattro pareggi di fila, il Napoli incappa nella quarta sconfitta in campionato. Al Bentegodi il Chievo, che non vinceva dal 26 gennaio, si impone 2-0 con i gol nel primo tempo del senegalese Dramé e Théréau, mentre nella ripresa Cavani si fa respingere da Puggioni il rigore che avrebbe potuto riaprire la partita. La squadra di Mazzarri scivola a -9 dalla Juventus e deve guardarsi dal ritorno del Milan, ora distante solo due punti.

LOTTA CHAMPIONS – All’Olimpico, la Fiorentina offre una prestazione magistrale e conquista, in un colpo solo, tre punti e quarto posto. Sono i gol, uno per tempo, di Jovetić e Ljajić a regalare ai Viola di Vincenzo Montella una grande serata. La stessa che vive il Bologna, che espugna San Siro con il gol realizzato al 57’ da Gilardino e festeggia la terza vittoria di fila. Per i nerazzurri di Andrea Stramaccioni, che scivolano a quattro punti dalla zona Champions League, è la seconda sconfitta consecutiva dopo quella in Europa League contro il Tottenham.

SI SALVI CHI PUO’ – Dopo otto partite ritrova la vittoria il Parma, che supera 4-1 in rimonta il Torino. Mario Alberto Santana (56’) porta in vantaggio i Granata, ma la squadra di Roberto Donadoni porta a casa i sospirati tre punti con la tripletta di Amauri (77’, 84’ e 90’) e il gol di Sansone (80’). Terzo successo nelle ultime quattro partite per il Cagliari, che batte 3-1 unA Sampdoria che vede interrompersi una serie positiva di sei partite. Inizia con una sconfitta di misura l’avventura di Cristian Bucchi sulla panchina del Pescara. Nell’anticipo dell’ora di pranzo, all’Atleti Azzurri d’Italia, gli abruzzesi passano in vantaggio con Gaetano D’Agostino (24’) ma devono inchinarsi alla doppietta di Germán Denis, a segno prima su rigore (34’) e poi su azione (67’) che avvicina l’Atalanta alla matematica salvezza. Resta ultimo, il Palermo che al Renzo Barbera nel match-salvezza contro il Siena passa in vantaggio ma perde 2-1. Le cose sembrano mettersi bene i Rosanero, di nuovo guidati da Gian Piero Gasperini che a fine primo tempo passano in vantaggio con il centrocampista brasiliano Anselmo. I toscani rimontano però con lo svizzero Emeghara, al quinto gol in campionato, e con un rigore trasformato da Alessandro Rosina. I padroni di casa, sfortunatissimi, centrano due traverse con il difensore argentino Ezequiel Muñoz e quello portoghese Nélson. L’ultima vittoria del Palermo è datata 24 novembre.

L’Udinese frena la rincorsa della Roma, al Friuli è 1-1

 

 

Potrebbe interessarti