Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Le pagelle di Lazio-Club Brugges: Correa e Immobile decisivi

La Lazio ottiene una storica qualificazione

Allo Stadio Olimpico è terminata con il risultato di 2-2 la sfida tra Lazio e Club Brugges, che ha deciso le sorti del girone: Borussia Dortmund al primo posto (grazie alla vittoria in rimonta sullo Zenit per 1-2) e Lazio seconda, che accede cosi agli Ottavi di Finale dopo ben vent’anni. Ad aprire le marcature è la rete di Correa al 12′, a cui gli ospiti hanno risposto con Ruud Vormer appena tre minuti dopo. La Lazio torna in vantaggio grazie al calcio di rigore trasformato da Ciro Immobile al 27′, ma al 76′ gli ospiti trovano il pareggio con Hans Vanaken. Pareggio che però non basta per evitare l’Europa League.

Pagelle Lazio

 

Reina 4,5: Si fa scappare il pallone sulla respinta che poi porta al goal del momentaneo uno a uno, e non riesce ad arrivare sul colpo di testa del due a due. Nel finale la traversa gli salva il risultato.

Luiz Felipe 6: Salta a vuoto in occasione del 2-2, ma si fa perdonare evitando altre due occasioni da goal. Bello il lancio per Immobile, in una serata in cui imposta meglio di Acerbi.

Acerbi 5,5: Non copre benissimo in occasione del 2-2, mentre in fase di impostazione compie qualche errore di troppo. Non è decisamente in serata, ma riesce a rimanere quanto meno a galla.

Hoedt 6: Sventa una situazione davvero pericolosa con un intervento aereo da difensore esperto. I suoi 45′ sono precisi e ordinati, ma l’ammonizione lo “costringe” a uscire per evitare il rosso.

Lazzari 6: Neanche il tempo di cominciare che con la sua velocità fa ammonire Eduard Sobol, che tre falli dopo (sempre su Lazzari, che riesce a saltarlo con facilità) si fa espellere. Per quanto corresulla fascia, forse stasera ha crossato davvero troppo poco: solamente due traversoni.

Leiva 7: Preziosissimo nel recupero del pallone quando gli avversari riescono a spaccare in due il centrocampo laziale; da geometra l’apertura per Lazzari che porta all’espulsione. Riesce a mettere ordine quando la Lazio è in difficoltà.

Milinkovic-Savic 8: A differenza di Correa e Immobile lui stasera non buca la rete, ma è altrettanto fondamentale. Dai suoi piedi nascono gran parte delle offensive laziali, e quando c’è da soffrire, specialmente nel secondo tempo, recupera palloni ovunque. Non perde neanche un duello aereo, e quando escono Leiva e Luis Alberto praticamente fa reparto da solo. Gli è mancato solo il goal.

Luis Alberto 6: Suo il tiro che Mignolet riesce solamente a respingere e che Correa spinge in rete. Prova spesso ad accendersi, ma gli manca sempre la giocata decisiva, che arriva quando fornisce a Immobile il pallone del possibile 3-2, che viene divorato malamente.

Marusic 6: Un primo tempo in cui corre senza sosta sia in attacco che in difesa. Nella ripresa ripropone la stessa intensità, con Mignolet che gli nega anche il goal. Nel finale inizia a spegnersi e commette due ingenuità che portano prima al giallo e poi a un’occasione per gli avversari.

Correa 7,5: Il migliore in campo. Nel primo tempo è praticamente imprendibile, e la giocata pazzesca con cui si “serve” il goal del vantaggio ne è la dimostrazione: velo che porta Luis Alberto al tiro e poi tap-in vincente sulla respinta di Mignolet. All’avvio di ripresa per poco non trova la doppietta, poi nel finale inizia a spegnersi, ma è anche fisiologico. Mezza qualificazione passa dai suoi piedi.

Immobile 6,5: Bravissimo a procurarsi e a realizzare il rigore del momentaneo 2-1, calciando in maniera perfetta; però nel secondo tempo si divora una palla stupenda che Luis Alberto riesce a fornirgli a tu per tu con il portiere avversario. Errore che con un risultato diverso avrebbe avuto un peso ben maggiore.

Akpa-Akpro S.V.

Caicedo 6: Spreca un buon pallone in area scegliendo il passaggio invece di tirare, ma è bravo a far salire la squadra negli ultimi venti minuti, quando la Lazio è in netta difficoltà

Escalante 4,5: Entra in campo al posto di Leiva, ma commette subito due brutti errori. Poi il vuoto cosmico, fa solamente numero nel finale.

Pereira S.V

Radu 5: Deve vedersela in una gara di velocità, ma riesce in qualche modo a cavarsela, anche con qualche fallo di troppo. Il cross che porta al 2-2 però arriva dalle sue parti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fonte immagine: https://twitter.com/OfficialSSLazio/status/1336408318974234627/photo/2

Potrebbe interessarti