Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Liga

Liga: Messi-Griezmann show, il Real Madrid frena con l’Osasuna

Atletico-Athletic Bilbao è stata sospesa per la neve che ha travolto e sconvolto Madrid

Partidazo al Sanchez Pizjuan. Nello scontro tra Sevilla e Real Sociedad, scontro diretto per la zona europea, in un partido de locos, vincono i padroni di casa per tre reti a due. Una bellissima partita ricca di reti, occasioni e emozioni. Miglior biglietto da visita per una gara che in sette minuti aveva già contabilizzato tre reti non avrebbe potuto davvero esserci. Vantaggio del Sevilla al 4’ con En-Nesyri, pareggio della Real al 5’ su autorete di Diego Carlos e nuovo vantaggio rojiblanco al 7’, ancora con il marocchino.

La Real non ci sta, e mentre le due formazioni si danno battaglia con continui e vertiginosi capovolgimenti di fronte, arriva al pareggio al 14’ con Isak. La ripresa, tanto per non smentirsi, si apre con una rete. E’ il 46’. L’autore sempre En-Nesyri, per la tripletta di giornata. Nonostante le due contendenti abbiano cercato di segnare per tutto il secondo tempo, il risultato è rimasto, miracolosamente, bloccato sul 3-2. Uno score che rilancia gli andalusi in classifica, adesso a pari punti proprio con la Real Sociedad.

Frattanto, venerdì, si è registrata la vittoria del Villareal, 0-4, in trasferta a Balaidos contro il Celta. Seconda vittoria consecutiva per gli uomini di Eduardo Coudet dopo la precedente contro il Madrid. Le reti sono state concentrate tutte nella prima mezzora che hanno denotato un inizio bombardiero del submarino amarillo, che ha colpito e affondato, con i suoi quattro siluri, l’incerta nave galiziana. Gerard Moreno in apertura al 5’, Moi Gomez al 14’, Parejo al 19’ e Fernando Nino al 31’ hanno chiuso i conti con la sfida già nel primo tempo. La lotta europea, con il Villareal pienamente in gioco, si fa sempre più accesa e stimolante.

Un Barcelona ritrovato sbanca Granada con un perentorio 0-4 e con doppiette di Messi e Griezmann. Per l’argentino si tratta della seconda doppietta consecutiva dopo quella realizzata a San Mamés contro l’Athletic. Il 10 è tornato a segnare anche su punizione, dimostrando in tutta la gara, una allegria in campo finora mai vista. Il Granada è rimasto in 10 negli ultimi minuti di gara per l’espulsione di Vallejo per fal-lo da ultimo uomo su Braithwaite. Barça adesso terzo a meno tre dal Madrid che, a sua volta, ha pareggiato per zero a zero a El Sadar di Pamplona.

Il Real Madrid, poco abituato a uscire dal terreno di gioco dell’Osasuna senza i tre punti (non era mai accaduto nelle ultime cinque partite in Liga), ha trovato immediato rifugio sulle condizioni non perfette del terreno di gioco per giustificare la mancata vittoria. Nessuna polemica, invece, è giunta dalla parte del Granada, che ha condiviso il campo con il rivale.

Potrebbe interessarti