Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga Portugal: Benfica sul velluto, Porto insegue e spera

di Marco SIMONELLI
Twitter: @marsimonelli

Neanche nel turno pasquale il Benfica accenna a cedimenti, ma anzi travolge il Rio Ave con un tennistico 6 a 1. Vincendo contro l’Academica rimane in scia il Porto ma deve sperare di arrivare allo scontro diretto con uno scarto di soli tre punti. Il Pacos effettua il controsorpasso ai danni del Braga per la conquista del terzo posto grazie alla vittoria contro il Gil Vicente. Gli Arsenalistas vengono invece battuti da uno Sporting che sta risalendo la classifica verso il quinto posto. Quinto posto è ora conteso da ben sei squadre. In coda sembra segnato il destino del Beira-Mar.

Benfica-al-comando

IL PORTO ASPETTA IL PASSO FALSO MA IL BENFICA E’ UNA MACCHINA DA GOL – In Primeira Liga continua lo strapotere del Benfica che s’impone anche contro il Rio Ave e mantiene invariato il distacco dal Porto. Le sei partite che mancano alla fine del campionato sembrano solo una formalità per le aquile, che si avviano verso la vittoria del trentatreesimo titolo portoghese. All’Estadio da Luz, più che i sei gol rifilati al malcapitato avversario, va in scena un dominio imbarazzante per tutti i 90’, condito da un’intensità che toglie il respiro. La partita non ha storia sin dai primi minuti, con Melgarejo (poi espulso nel finale per doppia ammonizione) ad aprire le marcature e con Matic e la doppietta di Lima a portare il punteggio sul 4 a 0 al 50’. La timida reazione del Rio Ave è tutta nel gol, quasi fortunoso, di Hassan ma le espulsioni di Wires ed Edimar spianano ulteriormente la strada alla goleada degli Encarnados che incrementanoil bottino con le marcature di Lima (tripletta finale) e Perez. Per il Rio Ave la sesta partita consecutiva senza vittorie lo allontana dal quinto posto.La risposta del Porto non si fa attendere, ma i dragoni sembrano ormai rasseganti a veder sfumare la conquista del terzo campionato consecutivo. Con la semifinaledi Taca di Liga nel mirino i biancoblu passano comunque con un agevole 0-3 sul campo dell’Academica, incapace di reagire al gol iniziale di Mangala. Il bel gioco messo in campo dal Porto non dà però tutti i frutti sperati: due volte la traversa e un salvataggio sulla linea gli impediscono di chiudere la gara già nella prima frazione.Nella ripresa arrivano i gol della sicurezza con Danilo e Castro, che permettono di guardare con più fiducia al campionato in attesa di un passo falso del Benfica per poi giocarsi il tutto per tutto nello scontro diretto.

ALTRO SORPASSO NELLA CORSA ALLA CHAMPIONS – Riconquista il terzo posto il Pacos Ferreira scavalcando il Braga nell’eterna lotta per l’ultima piazza Champions. La favola dei castori continua grazie alla vittoria sul Gil Vicente e alla contemporanea sconfitta del Braga contro lo Sporting. A regalare tre punti fondamentali al Pacos ci pensano i gol di Manuel José (doppietta) e Vitor Silva, che rispondono al pareggio iniziale di Vieira. Nel finale Yero prova a riaprire la partita ma i padroni di casa reggono bene l’urto e non concedono altre opportunità. Nel posticipo del lunedì cade invece il Braga contro un redivivo Sporting, che centra il quarto risultato utile consecutivo e si rilancia in ottica europea. È Wolfswinkel il vero mattatore del match, regalando la vittoria ai leoni di Lisbona grazie alla sua tripletta. Ad ogni gol dell’olandese arriva pronta la risposta degli Arsenalistas, prima con Elderson e poi con Carlao, ma il sigillo al 91’ del numero 9 biancoverde chiude definitivamente i giochi.La corsa al terzo posto non è però finita qui: con un calendario molto similesorpassi e controsorpassi non mancheranno, c’è da scommetterci.

EUROPA LEAGUE: IN 6 PER UN POSTO – Come detto la volata per l’ultimo posto europeo, quello che vale l’Europa League, vede ora in lotta Maritimo, Estoril e Nacional, oltre che Sporting, Rio Ave e Guimaraes leggermente più attardate.Il Maritimo vince contro il Vitoria Setubal e scavalca l’Estoril (pari contro il Moreirense) al quinto posto. I rossoverdi si impongono per 4 a 2 a Setubal, chiudendo la partita già dopo un’ora di gioco. Inutile nel finale la doppietta di José Pedro. L’Estoril riacciuffa invece il risultato nel settimo minuto di recupero. Dopo il vantaggio di Nabil Ghilas è infattiTony a ristabilire la parità al 97’. Il Nacional batte il Vitoria Guimaraes e lo scavalca in classifica grazie al rigore di Claudemir e al gol di Mateus che ribaltano il vantaggio iniziale siglato da Amido. In coda la vittoria dell’Olhanense sul Beira-Mar permette ai rossoneri di uscire dalla zona retrocessione mentre condanna quasi definitivamente gli Auri-Negros.

Potrebbe interessarti