Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga: Torna Villanova, Barça scatenato. CR7 salva il Real

di Enrico DE DONATO

Barcellona a +11 sull’Atletico Madrid grazie alla vittoria nel derby della Catalogna. I biancorossi si fermano a Mallorca, mentre il Real supera con difficoltà la pratica Real Sociedad. Il Malaga cade contro il Depo e dona speranza alle inseguitrici.

Barcelona v Espanyol

Bentornato Tito! – Di certo l’anno è iniziato meglio di quanto non fosse auspicabile: il ritorno di Tito Vilanova sulla panchina del Barcellona, il quale ha recuperato dalla delicata operazione alla ghiandola paratiroidea in tempo record, ha restituito la gioia non solo ai preoccupati tifosi catalani, ma a tutti gli appassionati di questo sport. Per celebrare l’evento, nulla poteva essere più consono di una festa sotto il segno della continuità, un banchetto del gol inimitabile, come solo i blaugrana sono in grado di proporre: nonostante Messi si sia limitato a timbrare il cartellino del derby su rigore, Pedro e Xavi hanno ribadito quale sia la compagine più forte di Spagna, se non del mondo.

L’Atletico annaspa, il Real vince ma non convice – Di certo non sarebbe giustificabile addossare la croce a una squadra che si è ritrovata a dover lottare con il passo del Barcellona senza i favori del pronostico. Gli 11 punti di distacco potrebbero sembrare impietosi, ma il record di punti dei blaugrana è di certo un traguardo irraggiungibile per una squadra che dipende per la metà delle proprie realizzazioni da Radamel Falcao. L’assenza del colombiano si è sentita nella sfida con il Mallorca, non a caso terminata in pareggio e con un solo gol all’attivo per parte. Simeone dovrà guardarsi le spalle anche del Real Madrid che però, sebbene abbia conquistato i 3 punti, non ha di certo mostrato bel gioco o solidità nella sfida contro il Real Sociedad, terminata per 4-3 in favore dei blancos grazie, neanche a dirlo, a una grande prestazione di Cristiano Ronaldo. L’eccessivo affidamento dei blancos sulle fiammate del fuoriclasse, non certo in forma straordinaria per quel che riguarda gli ultimi due mesi, è francamente inspiegabile per una formazione così gremita di fuoriclasse. Mourinho si è inoltre circondato di terra bruciata, rompendo gli equilibri dello spogliatoio da tempo e sarà difficile che una vittoria così rocambolesca possa ricostituire un rapporto ormai logoro con li club. E’ ormai certa una sua partenza a fine anno, sebbene l’ultima carta da giocare sia l’agognata Champions League. Difficile però che i blancos possano pensare di superare il Manchester United in queste condizioni.

Tonfo Malaga, le altre ne approfittano – La vittoria dei biancocelesti sul Real Madrid deve aver caricato di eccessiva confidenza i ragazzi dell’ex allenatore dei blancos Pellegrini, sconfitti clamorosamente dal Depo. La situazione economica del club potrebbe essere in effetti motivo di ulteriori timori, senza dimenticare la tenacia delle avversarie: Betis, Levante e Valencia hanno vinto in blocco. La lotta per l’ultimo posto utile alla qualificazione in champions è ancora tutta da disputare.

Potrebbe interessarti