Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Ligue 1: Il Lille non si ferma, il Psg insegue. Il Lione stende il Monaco

Lilla e PSG ormai la corsa per il titolo è una questione a due, il monacò non ripete la prestazione fatta in Coppa e crolla sotto  i colpi del Lione che di fatto estromette la formazione monegasca dalla corsa al titolo 

Continua la girandola di emozioni in Ligue 1 che di smettere di divertire proprio non sembra averne voglia, regalando l’ennesima gara di campionato,ossia la  35° che   ha divertito e non solo il popolo transalpino. Nonostante 35 lunghe giornate, continua il duello tra PSG e Lilla,sono i parigini ad aprire nuovamente la sfida e lo fanno imponendosi per 2-0 sul Lens,in quella che era una gara da prendere con le pinze, visto che il team dell’Alta Francia non solo giocava per la conquista di punti pesanti in chiave europea, ma puntava anche al regalare un  po’ di strada verso il titolo ai cugini regionali del Lilla. Dal canto suo il PSG andava alla ricerca di una vittoria con cui tener aperto il discorso scudetto,ma soprattutto spazzar via i fantasmi del Manchester, riuscendo in ciò grazie a due dei suoi maggiori leader, Neymar e Maquinhos (terza rete consecutiva per il difensore brasiliano,dopo i gol siglati al Bayern Monaco e Manchester City) che confezionano il 2-1 con cui i ragazzi di Pochettino vincono un match delicatissimo inviando un messaggio chiaro non solo al Lilla, ma soprattutto a Manchester, dove la semifinale di ritorno di Champions League sarà tutta da giocarsi ed aperta a qualsiasi risultato.

Dal canto suo il Lilla non resta alla finestra e sfruttando a sua volta il fattore campo grazie alle reti del duo turco Yilmaz e Celik, supera per 2-0 un Nizza che ormai non ha più nulla da chiedere alla stagione, volando cosi a quota 76 punti e proseguendo la corsa verso il quarto storico scudetto,che rappresenterebbe il decimo titolo nazionale visti i 6 successi nella Coppa di Francia.  Non meno interessante la corsa per un posto in Conference League, pur pareggiando per 1-1 con lo Strasburgo, il Marsiglia tocca quota 56 punti ed aggancia in classifica il Lens, entrando ufficialmente in corsa per un posto in Europa attraverso la prima storica edizione della Uefa Conference League. Più attardato il Rennes, il team della Bretagna venendo sconfitto per 1-0 in casa di un Bordeaux in cerca di punti salvezza, resta fermo a quota 54 punti accusando uno svantaggio di due lunghezze,il che sarebbe recuperabile con una sola vittoria ed un’altra sostata da parte di Lens e Marsiglia. Cosa possibile ma solo in parte, visto che il Lens da qui alla fine dovrà prima affrontare il derby contro il Lilla e nell’ultima di campionato vedersela con il Monacò, quindi recuperare terreno sul team dell’Alta Francia sarebbe anche una cosa possibile.

Discorso diverso per il Marsiglia,che da qui alla fine dovrà incontrare, Saint’Etienne, Angers e Metz,squadre che ormai non hanno più nulla da chiedere al campionato e ciò potrebbe agevolare il compito del team del Rodano nella corsa verso l’Europa. Non facile però neanche il cammino del Rennes che in successione dovrà vedersela prima con il PSG, poi con il Monacò,per chiudere con il Nimes,calendario dunque che almeno sulla carta sembra favorire il Marsiglia,anche se come per lo scudetto anche la corsa per la Conference League fino alla fine senza dubbio continuerà ad entusiasmare,perché se sulla carta diversi match sembrano già scritti,sul campo le gare saranno tutte da giocarsi. Non meno interessante la lotta per la salvezza,oltre a quella del Bordeaux,successo pesante anche quello firmato dal Nantes che espugna Brest con un sonoro 4-1,volando cosi a quota 34 punti ed accorciando a sole 4 lunghezze il distacco dal Lorient, vittorioso per 2-0 sull’ormai salvo Angers. Chi prova a cambiare il proprio destino è anche il Nimes che tra le mura amiche impatta per 2-2 con il Reims,toccando cosi quota 32 punti ed accorciando a due sole lunghezze lo svantaggio dal Nantes e quindi dal solo ed unico posto playout.

Tutto facile per il Metz che in casa dell’ormai retrocesso Digione, riesce ad imporsi per 5-1, volando cosi a quota 46 che rendono senza dubbio più corposa la classifica ma nulla di più. Brinda alla salvezza il Saint’Etienne che imponendosi per 2-1 in casa di un Montpellier a sua volta ormai salvo, tocca quota 42  ed archivia il minimo obiettivo stagionale. A chiudere il quadro della giornata è il big match tra Monacò e Lione, con il team monegasco a caccia di una vittoria con cui continuare la corsa scudetto,dall’altra parte il Lione in cerca di una vittoria con cui rallentare la formazione del Principato, prendendosi una bella rivincita dopo l’eliminazione subita  ai quarti di finale della Coppa di Francia, avvenuta per  mano del Monacò, che con un secco 2-0 conquistò l’accesso per la semifinale dove incrocerà il PSG.

Sulla carta il match promette spettacolo ed il campo non delude le attese,sono i padroni di casa  a spezzare gli equilibri e lo fanno al 25’ con la rete di Volland che già aveva colpito il team del Rodano in coppa. Il Lione accusa il colpo, ma al 57’Depay spazza via ogni paura  firmando il momentaneo 1-1. Trovato il pari il team del Rodano torna a crederci  ed al 77’ Marcelo trova il 2-1,il Monacò reagisce ed al’86’Yedder assegno anche nei quarti di finale della Coppa nazionale, firma il 2-2,ma soli tre minuti più tardi Cherki realizza il definitivo 3-2, che consente al Lione di vincere e prendersi la rivincita dopo l’eliminazione patita nella Coppa di Francia 15 giorni fa,schizzando cosi a quota 70 punti e portandosi ad una lunghezza dal Monacò,riaprendo la corsa per il terzo posto, discorso diverso per il team monegasco che accusa un distacco di ben 4 punti dal PSG e 5 dal Lilla,ciò senza dubbio mina e non poco la corsa verso il titolo per il Monacò,che a meno di una brusca inversione di marcia da parte della due batti strada, è ormai tagliato fuori dalla corsa per il titolo.

Potrebbe interessarti