Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Ligue 1

Ligue 1: Il Psg saluta e allunga, vincono Monaco e Montpellier. Il Nizza cade in casa

Il Lione tenta una clamorosa impresa la Parco dei Principi ma Cavani spezza i sogni di gloria del club guidato da Garcia, intanto s’infiamma la corsa per un posto in Europa

Reti e tanto spettacolo sono stati i protagonisti della quinta giornata di ritorno in Ligue 1, che ha aperto i battenti del weekend con il match tra Angers e Lilla, gara conclusa con il risultato 0-2 per la formazione ospite, che in tal modo tocca quota 40 punti ed aggancia il quarto posto in classifica,tornando cosi a sognare la notti magiche di Champions League. Nessun problema per il Marsiglia che tra le mura amiche supera per 1-0 il fanalino di coda Tolosa,volando a quota 49 punti ed issando una lunghezza di ben 8 punti dalla terza in classifica Rennes, che pur giocando in casa è stata bloccata sullo 0-0 dal Brest. Il pari tutto sommato va bene ad entrambe le formazioni che portano a casa un buon punto, che consente al Rennes di toccare quota 41 punti ed agganciare il terzo posto in classifica, mentre al Brest permette di arrivare a quota 30 e veleggiare a sole 10 lunghezze dalla salvezza matematica. Chi prova ad inserirsi nel contesto europeo cercando a sua volta un posto sull’aereo che condurrà in Europea League è il Montpellier, il team dell’Occitania imponendosi per 1-0 sul Saint’Etienne, vola a quota 37 punti che gli consentono di veleggiare a tre lunghezze di distacco dal Lilla ed a 4 dal Rennes, il che fa sognare non solo la società ma tutta la tifoseria le notti europee. Discorso decisamente diverso per il Saint’Etienne fermo in classifica con soli 28 punti conquistati e con sole 4 lunghezze di vantaggio sulla zona playout, chiaro che in casa degli ex campioni di Francia è giunto il momento di cambiare marcia.

Chi ha cambiato marcia è stato il Monacò, il club monegasco dopo un avvio di stagione disastroso e difficile, ora sogna di poter conquistare un posto in Europa, il successo per 2-1 sull’Amiens consente al team del Principato di toccare quota 35 punti e vedere sempre più vicino la zona europea della classifica. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Bordeaux, il team girondino superando per 2-1 il Metz, non solo centra il quarto risultato utile consecutivo, ma vola a quota 34 punti entrando di diritto nella folta schiera di club che possono puntare alla conquista di un posto in Europa, il tutto facilitato dal fatto che il campionato è ancora lungo, quindi Montpellier,Monacò e Bordeaux possono diventare della autentiche minacce per Lilla e Rennes,rendendo ancor più avvincente il segmento finale di stagione. Chi va ad inserirsi in tale contesto è anche lo Strasburgo che tra le mura amiche liquida con un secco 3-0 il Reims, che consente al team del Grand Est di volare a quota 36 punti e sognare a sua volta un posto in Europa.

Pari e spettacolo tra Digione e Nantes che chiudono il match con un pirotecnico 3-3, che consente ad entrambe le formazioni di potare a casa un buon punto in chiave salvezza, chi prova a muoversi è il Nimes, il team dell’Occitania imponendosi per 3-1 in casa del Nizza, tocca quota 24 punti aggancia la zona playout vedendo sempre più vicina la zona salvezza,che per il club sarebbe un importantissimo traguardo da raggiungere,vista anche l’importanza storica della città, situata nella regione del Gard ed in epoca antica fiorente centro prima romano poi gallico. A chiudere il quadro della quinta giornata di ritorno è il big match tra PSG e Lione, dopo 22 minuti il team parigino passa in vantaggio con Di Maria, la risposta lionese non arriva ed al 38’ Mbappè firma il 2-0, al 47’ un’autorete di Marcal consente al PSG di portarsi sul 3-0, da li però arriva la reazione del Lione che al 52’ con Terrier si porta sul 3-1, trascorrono 6 minuti e Dembelè firma il 3-2 riaprendo clamorosamente il match. Ma la parola fine viene scritta da Cavani che al 79’ realizza il definitivo 4-2 che spedisce il match agli archivi, ed il PSG in vetta con la bellezza di 61 punti e metà scudetto ormai cucito sul petto.

Potrebbe interessarti