Ligue 1: Psg inarrestabile, il Monaco insegue! Ranieri sale al 4° posto

Un Montpellier formato killer dopo aver bloccato sul pari il PSG, si ripete anche contro il Monacò chiudendo la gara sul risultato di 1-1, devastante la corazza parigina che con ben 4 attaccanti in campo stende il Bordeaux 6-2

Il primo weekend di ottobre in Ligue 1, coincide con una ottava giornata di andata decisamente spettacolare, dopo la bella vittoria ottenuta la scorsa settimana con cui aveva ridotto ad una sola lunghezza, lo svantaggio dalla capolista PSG, il Monacò tra le mura amiche del Principato contro lo stesso Montpellier che una settimana fa aveva bloccato la corazzata parigina, non va oltre il semplice 1-1. Ad aprire il match sono i padroni di casa che al 38’ passano in vantaggio con Falcao, quando tutto lascia pensare che il team monegasco abbia ormai vinto, al 93’ Camara sfruttando bene l’assist di Berigaud, realizza il definitivo 1-1 che non solo regala al Montpellier un prezioso punto in classifica, ma promuove il club dell’Occitania al ruolo di killer per le grandi. Dello stop della formazione del Principato ne approfitta il PSG, che al Parco dei Principi strapazza con un pesante 6-2 il Bordeaux. Dopo soli 5 minuti Neymar firma il momentaneo 1-0, al 12’ Cavani sfruttando l’assist offertogli proprio dalla stella brasiliana, realizza il 2-0, al 21’ Meunier firma il 3-0. La formazione girondina reagisce ed al 31’ con Sankhare accorcia le distanze, ma al 40’ su calcio di rigore Neymar autografa il 4-2, trascorrono 5 minuti e Draxler servito da Mbappe, torna nuovamente al gol realizzando il 5-1 che chiude definitivamente il match. Al 58’ c’è gloria anche per Mbappè, l’ex Monacò sfruttando a sua volta l’assist di Draxler, realizza il 6-1, al 90’ su calcio di rigore Malcom fissa il risultato sul definitivo 6-2, rendendo cosi meno amara la giornata. Dopo il successo ottenuto in Champions League costato la panchina ad Ancelotti, il PSG torna a far punti anche in Ligue 1 adottando uno spettacolare e spregiudicato modulo con ben 4 attaccanti, segno che a Parigi non vogliono solo vincere a livello nazionale ma anche internazionale.

Chi continua a stupire è senza dubbio il Nantes di Ranieri, il club del tecnico romano superando per 1-0 il Metz, aggancia il quarto posto, entrando cosi nella zona europea della classifica, facendo sognare i tanti tifosi gialloverdi, ma soprattutto tale risultato permette all’ex tecnico della Roma di riconfermarsi dopo la bella impresa compiuta in Inghilterra con il Leicester. Ad aiutare il Nantes, ci pensa il Troyes che imponendosi per 2-1 sul Saint’Etienne, non solo conquista tre punti pesanti in chiave salvezza, ma fa si che il club biancoverde retroceda al settimo posto della classifica, consentendo cosi al Nantes di poter far suo il quarto posto. Stesso discorso anche per il Caen, che superando per 1-0 il Rennes, tocca quota 15 punti ed entra in lotta per un posto in Europa. Finisce 1-1 lo scontro diretto in zona salvezza tra Dijon e Strasburgo, risultato che regala ad entrambe un buon punto in classifica, stesso discorso e risultato al termine del match tra Guingamp e Tolosa, che anche in questo caso regala ad entrambe un prezioso punto al fine del mantenimento della categoria. Dopo il 3-3 rimediato la scorsa settimana in casa contro il Dijon, il Lione archivia il primo weekend di ottobre con lo stesso identico risultato, a cambiare sono solo gli avversari, questa volta l’Angers. Parte forte la formazione lionese tanto che al 5’ passa in vantaggio con Diaz, ma al 30’ proprio come avvenuto con il PSG, un autorete di Rafael riporta il match in parità. La formazione ospite non ci sta ed 8 minuti più tardi con Diakhaby si porta sul 2-1, trovato nuovamente il vantaggio il Lione corre sulle ali dell’entusiasmo, tanto che al 42’ Depay realizza il 3-1. La formazione padrone di casa non ci sta ed al 58’ con Ekambi accorcia le distanze, il Lione accusa il colpo e l’Angers ne approfitta tanto che al 67’ pareggia i conti con Traore.

A chiudere la giornata è il big match tra il Nizza ed il Marsiglia, il match sulla carta si preannunciava scoppiettante, e sul campo non ha tradito le attese, dopo soli 4 minuti Balotelli sfruttando l’assist di Melou, firma il momentaneo 1-0. Il Marsiglia non reagisce ed il Nizza ne approfitta tanto che al 16’ Seri realizza il 2-0,t rascorrono 10 minuti ed Ocampos autografa il 2-1, ma al 40’ un autorete di Melou riapre il match. Ristabilita la parità il Marsiglia ci crede, ed al 44’ sempre Ocampos realizza la rete del 3-2, il Nizza stordito va alle corde e la formazione marsigliese ne approfitta per chiudere il match al 48’ con Gustavo, autore del definitivo 4-2. La vittoria consente al Marsiglia di toccare quota 16 punti, agganciare il Nantes in classifica, far suo il terzo posto grazie alle miglior differenza reti,ed entrare nella scia del Monacò distante sole 4 lunghezze.

Davide Piteo