Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Ligue 1

Ligue 1: Psg no problem con il Rennes, vincono Lione e Montpellier. Monaco crisi senza fine

Esordio amaro per Balotelli, gol e sconfitta ed ora dopo quella di Henry trema anche la panchina di Gracia, intanto Lilla e Lione continuano il proprio duello per il secondo posto ma Strasburgo e Montpellier restano in scia

Dopo i sedicesimi della Coppa di Francia che hanno emozionato e non poco il popolo transalpino,che  nel weekend è tornato nuovamente a concentrarsi sulla Ligue 1, che nella terza di ritorno non ha lesinato emozioni. Il Lilla dopo aver conquistato l’accesso agli ottavi di finale nella Coppa di Francia eliminando il Setè, ha saputo replicare anche in campionato, dove in casa del Marsiglia ha dato prova di qualità e di carattere. Ad aprire il match è proprio il team del Nord che al 45’ passa in vantaggio grazie ad un rigore trasformato da Pepè, la reazione del Marsiglia non arriva cosi il Lilla incalza il ritmo ed 90’ sempre con Pepè si porta sul 2-0, in pieno recupero Balotelli alla prima con la maglia de Marsiglia, accorcia le distanze brindando al suo esordio con la nuova maglia, con una rete buona sola per le statistiche. Successo importante quello centrato dal Lilla, che ora oltre ad aver messo nel mirino il secondo posto in campionato, ha la chiara possibilità di poter far bene anche nella coppa nazionale, discorso diverso per il Marsiglia incastrato nel limbo del centro classifica e fuori da tutte le coppe, può solo cercare di arrivare quantomeno in Europa League, in caso contrario dopo quella di Henry, salterà anche la panchina di Garcia.

Nella scia del Lilla resta il Lione, il team del Rodano dopo aver conquistato l’accesso agli ottavi di finale della Coppa di Francia eliminando l’Amiens 2-0, ripete anche in campionato dove sempre contro il team della Piccardia, affrontato in coppa pochi giorni fa, riesce ad imporsi per 1-0, diventando nel giro di pochi giorni un’autentica bestia nera per il club bianconero. Il successo ottenuto in campionato, consente al Lione di volare a quota 40 punti, restando a sole tre lunghezze di distacco dal Lilla, mantenendo cosi vivo il sogno di poter chiudere al secondo posto la stagione. Nonostante il cambio di guida tecnica, in terra monegasca dove sono arrivati al terzo allenatore in mezza stagione, l’impresa di raggiungere la salvezza sta diventando una vera mission impossibile degna del miglior Tom Cruise, la conferma di ciò arriva non solo dalla pesante sconfitta per 3-1 rimedita nella coppa di Francia per mano del Metz, che ha di fatto eliminato il team monegasco. Ma anche dalla sconfitta rimediata in campionato, dove il Digione tra le mura amiche con un secco 2-0 ha archiviato la pratica monegasca, volando a quota 20 punti ed allungando di ben 5 lunghezze il vantaggio proprio sul team del Principato, penultimo in classifica con soli 5 punti.

Si muove anche il Nizza, il team della Costa azzurra  privo d’impegni nelle coppe, ha concentrato tutte le sue forze sul campionato dove superando per 2-0 il Nimes,vola a quota 34 punti, scavalca in classifica il Marsiglia dell’ex Balotelli(volato in Provenza per giocare in un club che puntasse all’Europa, cosi da poter ritornare in azzurro), entrando nella scia della zona europea della classifica. Vittoria pesante anche quella centrata dal Montpellier, che imponendosi per 2-0 sul Caen, vola a quota 35 punti, entrando cosi nella scia del Saint’Etienne, ormai distante solo un solo punto ma con una partita in meno, ma soprattutto agganciando lo Strasburgo. Il team del Grand est, eliminato dal PSG nel turno di coppa di Francia, ma in attesa di vivere l’emozioni delle semifinali della Coppa di lega, con la bellezza di 35 punti sogna l’Europa, come il Montpellier, dunque per Lione e Saint’Etienne si preannuncia un girone di ritorno lungo e combattuto, in cui il minimo errore potrebbe pesare non poco. Chi non decolla è il Guingamp, il team bretone che in Coppa di Francia ha avuto la forza di eliminare il Nancy per 2-1, volando agli ottavi di finale ed in attesa di giocare contro il Monacò la semifinale della Coppa di Lega, in campionato non sembra avere la stessa marcia e la conferma arriva dalla sconfitta per 1-0 rimediata contro il Reims, che regala al team della Marna tre punti pesanti, con cui volare a quota 31, agganciando cosi il Marsiglia ed incominciando ad intravvedere la zona europea della classifica.

Lo scontro salvezza tra Tolosa e Angers, finisce 0-0 risultato che va bene ad entrambe le formazioni, che giocano a non farsi male e portano in classifica un buon punto. A chiudere il quadro della terza giornata di è il PSG, il team capitolino dopo aver conquistato l’accesso agli ottavi di finale nella Coppa di Francia,eliminando con un secco 2-0 lo Strasburgo, in campionato prosegue senza sosta la corsa verso l’archiviazione matematica del titolo. La dimostrazione di ciò arriva dal secco 4-1 con cui il PSG ha liquidato la pratica Rennes, volando cosi a quota 56 punti, e ciò ormai fa si che a Parigi sia  cominciato il conto alla rovescia per la conquista di quello che sarà l’ottavo scudetto della storia del club, discorso diverso per il Rennes  che dopo aver raggiunto gli ottavi di finale in coppa, e con la bellezza di 30 punti conquistati, può in campionato guardare anche alla zona europea, essendo ormai la salvezza un discorso quasi archiviato.

Davide Piteo 

Potrebbe interessarti