Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liverpool-Real Madrid, remake dopo il 2018: Reds favoriti, ma le Merengues vanno per la quattordicesima

“Abbiamo un conto in sospeso” – chiosava così non molti giorni fa Momo Salah, micidiale ala del Liverpool, tornato in finale di Champions League dopo essersi imposto in una sfida tutt’altro che semplice contro il gagliardo Villarreal. Una sfida lanciata niente di meno che ai Blancos, guidati dal tecnico dei record Carlo Ancelotti e nuovamente in finale, verso quella che potrebbe essere la quattordicesima Champions al Bernabeu.

Una sfida nella sfida che sa anche un po’ di remake: a Parigi Liverpool e Real Madrid si sfidano per lo scettro di miglior team d’Europa. Atto secondo, si diceva: sembra passata una vita dalla finale del 2018, quando Bale e Karius portarono la Champions tra le mani degli uomini al tempo allenati da Zidane. E fu quella anche la finale di Salah e Sergio Ramos, col primo costretto al forfait dall’attuale difensore centrale del PSG.

Insomma una sfida che mischia ricordi ad agonismo, e che per il Liverpool può essere l’occasione per una rivincita diretta attesa qualche anno. I Reds sono reduci da un ottimo campionato, finora ancora dall’esito incerto, testa a testa contro il City di Guardiola, in campionato molto meglio che in Champions. Klopp si trova così impegnato su due fronti, ambedue da decidere. Il Real, invece, è fresco vincitore di Liga: concorrenza annichilita e pratica liquidata a stagione ancora in corso per Benzema e compagni. Ora la testa è tutta proiettata a Parigi e alla finale da vincere.

Chi parte favorita, tra le due compagini? Non senza sorpresa emerge il Liverpool, come riporta il sito di Rabona Scommesse. La vittoria finale dei Reds è quotata a 2.05 (probabilità di vittoria del 29%), inferiore rispetto a quella di 3.40 per il Real Madrid (probabilità di vittoria del 45%).

Per i bookmaker la Coppa dalle grandi orecchie dunque ha più possibilità di prendere la strada di Anfield piuttosto che quella del Bernabeu. Ma attenzione alle variabili. Il Liverpool ha stravinto tutte le sfide che si è trovato ad affrontare. Prima nel girone, poi nel cammino ed ha vacillato, peraltro solo per 45’, contro il vivace Villarreal, poi travolto nella ripresa come noto.

Il Real Madrid, però, ha dimostrato di non morire mai. Più volte dati per spacciati i Blancos, trascinati da due miti come Benzema e Modric, hanno sempre ribaltato le partite quando si sono messe male. Non ultima la rocambolesca semifinale contro il ManCity, terminata ai supplementari con trionfo del Real. Questo invita alla prudenza: la sensazione è che il Real Madrid, accompagnato anche da una buona dose di fortuna, non va sottovalutato ed anzi, va temuto proprio per questa sua intramontabile voglia di vincere.

Come finirà? Spetta al campo deciderlo. A Parigi, manca sempre meno.

Potrebbe interessarti