Tutto il calcio di Serie A, B, Champions League, Europa League e calciomercato. Le notizie su MotoGP, Formula 1. Foto e video di sport

Major League Soccer: Il punto dopo la 10° giornata

Atlanta e Kansas tentano la fuga ma Columbus, New York City e Los Angeles, restano in scia, momento difficile in casa Toronto dove sarà necessario fare quadrato e capire cosa non va

Mentre in Europa ormai si attendono solo le finali delle due competizioni europee, per poi concentrarsi sui Mondiali, in Nord-America vista anche l’assenza di Usa e Canada dal torneo iridato, l’attenzione del popolo calciofilo è tutta rivolta sulla MLS, che si sta dimostrando decisamente scoppiettante. Ad aprire il lungo weekend calcistico è il turno infrasettimanale di Giovedì, che sul piatto metteva due gare tutte da seguire, ossia Atlanta – Kansas, e soprattutto Toronto –Seattle, nonché riedizione della finale playoff dello scorso campionato. In Georgia quello che si preannunciava come una gara scoppiettante, in realtà finisce con un secco 2-0 per il Kansas, non va meglio al Toronto che tra la mura amiche dell’Ontario, viene superato 2-1 dal Seattle, che consente alla Western conference di centrare una bella doppietta di vittorie sulla Eastern Conference. Non va meglio al Montreal che in casa del Chicago viene superato per 1-0, discorso diverso per la matricola Los Angeles FC che sfruttando bene il fattore campo liquida con un secco 2-0 il Minnesota. A chiudere il quadro del giovedì è la vittoria del Columbus che tra le mura amiche dell’Ohio, liquida con un secco 1-0 il Philadelphia, dopo lo spettacolo offerto nel turno infrasettimanale l’emozioni della MLS sono proseguite nel fine settimana. Ad aprire il weekend è lo spettacolare 2-2 tra Vancouver e Houston, risultato che consente ad entrambe le formazioni di portare un buon punto in classifica e continuare la propria marcia verso i playoff.

Dopo la sconfitta patita in California nel turno del giovedì, il Minnesota pur giocando in casa, viene superato 2-0 dal San Josè, la vittoria consente al club californiano di toccare quota 8 punti ed accorciare il distacco a due sole lunghezze dalla zona playoff. Torna al successo anche il Philadelphia, il team della Pennsylvania si riscatta dalla sconfitta patita nel turno infrasettimanale, tanto da imporsi 2-0 in Quebec, rifilando al Montreal la seconda sconfitta consecutiva. Spettacolo e reti sono stati i protagonisti del big match tra Dallas e Galaxy, dopo 28 minuti il team texano passa in vantaggio con Urruti, la risposta della formazione hollywoodiana non arriva ed in chiusura di primo tempo Lamah firma il 2-0. Nella ripresa il copione cambia, ed al 47’ Kamara accorcia le distanze, ma al 52’ Lamah oltre che firmare la doppietta di giornata porta il match sul 3-1, all’83’ Boateng su assist di Cole, accorcia nuovamente le distanze ma al triplice fischio il risultato resta sul 3-2 per il Dallas, che vola a quota 16 punti,aggancia il terzo posto in Western conference, con un distacco dalla seconda Los Angeles di ben 4 lunghezze,ma soprattutto centra la decima vittoria sui Galaxy in ben 22 match giocati. Reti e spettacolo sono stati protagonisti anche della gara tra New England e Toronto, ad aprire la partita sono i padroni di casa, che grazie ad uno scatenato Penilla tra 4’ e 7’, si portano sul 2-0, la razione del Toronto non arriva ed al 46’ Bunbury firma il 3-0. Il team dell’Ontario non ci sta ed al 54’ con un’autorete di Minar riapre una gara che sembrava chiusa, per poi accorciare le distanze all’89’ con Giovinco su calcio di rigore, ma al triplice fischio il risultato resta inchiodato sul 3-2 per il New England, che rifila la seconda sconfitta consecutiva al team canadese, che nella prossima gara non potrà contare su Giovinco perché espulso nel finale di gara, dopo l’ammonizione rimediata nel turno di giovedì. Dunque momento difficile in casa Toronto, dove sembra che la mancata conquista della Champions League, con l’annessa qualificazione per la disputa del Mondiale per club, abbia lasciato più di uno strascico, soprattutto nell’animo di Giovinco, che in tal modo avrebbe potuto richiamare su di se l’attenzione del nuovo C.T. della Nazionale azzurra.

Chi non ha problemi è il Columbus, il team dell’Ohio dopo la vittoria ottenuta nel turno infrasettimanale, si ripete anche nel weekend superando per 3-0 il Chicago, che a sua volta era reduce dal successo dal giovedì. La vittoria consente alle “vespe” della MLS di volare a quota 21 punti,agganciare il secondo posto nella Eastern conference, veleggiando con 4 lunghezze di distacco dalla capolista Atlanta, che in casa degli Orlando city ha saputo imporsi per 2-1, cancellando cosi la sconfitta rimediata nel turno del giovedì. Ovviamente un grazie Atlanta e Columbus lo devono al Los Angeles FC, che tra le mura amiche nel primo storico match contro il New York City, la matricola della California ha saputo imporre uno storico 2-2 al club della Grande Mela, il punto guadagnato consente al team di Los Angeles di toccare quota 20 punti ed agganciare il secondo posto in western conference,discorso diverso per il City che retrocede al terzo posto della Eastern Conference con un bottino di 21 punti, restando però più vivo e scatenato che mai. Sorride l’altra parte della Grande Mela, vista la vittoria per 2-1 centra dai Red Bulls in casa del Colorado, successo che consente al primo club newyorkese di volare a quota 18 punti ed agganciare il quinto posto in Eastern Conference. Si muove anche il Salt Lake city, che tra le mura amiche liquida con buon 3-2 il DC United, toccando cosi quota 13 punti ed agganciando il sesto posto in Western Conference. Chiude il quadro la vittoria del Portland che tra le mura amiche, liquida per 1-0 il Seattle che non da seguito alla vittoria ottenuta a Toronto. Il successo consente al team dell’Oregon di toccare quota 14 punti ed agganciare il quarto posto in Western Conference, dunque se gran parte del Mondo ormai ha occhi solo per i Mondiali, in Nord-America l’attenzione è tutta per una MLS che sta offrendo spettacolo come non mai, colmando quel vuoto lasciato proprio dai Mondiali.

Davide Piteo