Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
CHAMP

Marchisio:”Adesso è ora di vincere”. Alessio:”Attenzione al Nordsjaelland”

L’ultima avventura europea della Juventus si era conclusa con sei pareggi su sei partite nella fase a gironi dell’ Europa League del 2010/11. Questa stagione i bianconeri sono tornati in Champions League iniziando il cammino nel Gruppo E con altri due pareggi. E’ tempo di invertire la rotta, come avverte Claudio Marchisio alla vigilia della sfida contro il Nordsjælland: “Dobbiamo vincere”.

Claudio Marchisio – Champions League

Inarrestabile in campionato, 47 risultati utili consecutivi e sette vittorie su otto partite questa stagione, la Juve è pronta a cambiare marcia anche in Europa: “Questa per noi è una gara decisiva e non possiamo sbagliare”, ha spiegato il centrocampista in conferenza stampa in Danimarca. “Dopo due pareggi dobbiamo vincere, ottenere i tre punti anche in Europa che ormai mancano da un po’. La stanchezza? La Champions regala emozioni ed energie supplementari quindi non ci saranno problemi in questo senso. Io non sono stanco”. “Mi piacerebbe poter segnare, ma non è la mia priorità, mi interessano i tre punti”, le sue parole. Perché di sottovalutare i danesi non se ne parla proprio. “In Champions League non ci sono mai partite facili. Se il Nordsjaelland è arrivato alla fase a gironi significa che lo ha meritato”.

“Mi piacerebbe poter segnare, ma non è la mia priorità, mi interessano i tre punti”

ALESSIO – “Abbiamo grande rispetto del Nordsjaelland, gioca un calcio molto propositivo, con tanto possesso palla. Ha giocatori bravi tecnicamente e lo hanno dimostrato anche con il Chelsea nonostante la sconfitta”. Non vuol sottovalutare l’avversario di Champions Angelo Alessio. “Pogba o Vidal? Per tutto quanto riguarda la formazione decideremo dopo l’ultimo allenamento -aggiunge il vice di Conte-. Bendtner si e’ inserito bene, fa progressi, ci va del tempo per entrare nei meccanismi della squadra, quando Conte riterra’ che sia pronto avra’ sicuramente la sua chance”.

Potrebbe interessarti