Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Napoli in Champions, la Lazio espugna San Siro, Palermo rischio B

Solo vittorie esterne (e due pareggi) nella trentaseiesima giornata di serie A. Dopo il successo del Milan nel pomeriggio a Pescara e del Chievo sabato a Roma, sorridono anche la Juventus campione d’Italia a Bergamo e il Napoli (che si qualifica per la Champions League) a Bologna. Successi esterni per la Lazio al Meazza contro un’Inter sempre più in crisi e per la Fiorentina a Siena.

Crollo Inter, la Lazio fa 3-1
Crollo Inter, la Lazio fa 3-1

LA JUVE NON SBAGLIA – Non ci sono feste che tengano, la Juve continua la sua marcia incontrastata come se non avesse vinto lo scudetto nel week end. La gara, fortemente condizionata dagli scontri tra i tifosi e le forze dell’ordine avvenuti dentro e fuori l’Atleti Azzurri d’Italia, è stata decisa dalla rete di Matri al 18′ su gran lancio di Pirlo. Al 28′ l’arbitro Guida è costretto a fermare per alcuni minuti l’incontro causa intemperanze degli ultras bianconeri e orobici , che si lanciano oggetti e fumogeni in curva. La Dea, che dà segni di risveglio a fine tempo (palo di Denis), si riprende nella ripresa e si avvicina in più occasioni al pareggio. Spazio anche per Anelka nel finale.

MILAN E NAPOLI SCATTO CHAMPIONS, CROLLO INTER – Il Milan passeggia a Pescara nell’anticipo pomeridiano del turno infrasettimanale di serie A. I rossoneri vincono per 4-0 contro i già retrocessi abruzzesi e ipotecano il terzo posto e i preliminari di Champions League. Grande protagonista della partita è Mario Balotelli, autore di una doppietta (11 reti in 11 presenze con la maglia del Diavolo). A segno anche Muntari e Flamini. Più agevole la vittoria del Napoli, che blinda il suo secondo posto grazie al largo successo sul Bologna per 3-0, propiziato dai gol di Hamsik, Cavani e Dzemaili, tutti nella ripresa. Gli azzurri si qualificano in Champions League dalla porta principale. Bene anche la Fiorentina, che resta a -4 dal Milan grazie al successo esterno per 1-0 a Siena, firmato dal gol di Rodriguez al 15′. I viola colpiscono anche un palo con Borja Valero. Bianconeri praticamente retrocessi.
La Lazio dopo il 6-0 al Bologna di domenica si ripete superando l’Inter per 3-1 al Meazza e agganciando al sesto posto la Roma a quota 58 punti. I biancocelesti passano in vantaggio grazie a una uscita a vuoto di Handanovic, che goffamente si segna un autogol dopo un rimpallo con Ranocchia. La squadra di Stramaccioni perde Jonathan per l’ennesimo infortunio, ma pareggia grazie a un colpo di testa di Alvarez. Nella ripresa Hernanes riporta avanti gli ospiti dal dischetto, poi Alvarez clamorosamente sbaglia un calcio di rigore scivolando al momento del tiro. Onazi chiude i conti con uno strepitoso tiro da oltre 30 metri che sorprende Handanovic.

LOTTA SALVEZZA PIU’ ACCESA CHE MAI – La lotta per la salvezza si indirizza in favore di Torino e Genoa: granata e rossoblu pareggiano per 0-0 in una partita tutt’altro che emozionante, ma esultano per la sconfitta del Palermo in casa contro l’Udinese. I rosanero perdono per 3-2 con i friulani in una gara emozionante, decisa dalle reti di Angella, Muriel e Benatia. Per due volte i siciliani rimontano con Miccoli su rigore ed Hernandez, ma alla fine devono capitolare: la B si fa più vicina, ora i punti di svantaggio dal Genoa sono 4. Sorrentino para un rigore a Di Natale ma non basta. Nelle altre gare, il Parma vince a Trieste contro il Cagliari con Rosi, Samp-Catania termina 1-1.

Potrebbe interessarti