Pioli:”Inizia un ciclo importante, contro l’Empoli è fondamentale”

Le parole di Pioli alla vigilia di #EmpoliMilan

0 Shares

Inizia un mese importante per il Milan, un ciclo continuo di gare importanti, tra Serie A e Champions League, dove il margine d’errore e ridotto e servirà la massima attenzione. Il primo appuntamento è la trasferta di Empoli, e Pioli ha parlato in conferenza stampa da Milanello.

VERSO EMPOLI – “Analizzando i dati, l’Empoli è una squadra che prova ad aggredirti per non farti giocare: dovremo essere bravi a dare soluzioni a chi avrà il pallone, senza Maignan anche Tătărușanu sa giocare con i piedi. Loro sono una squadra vivace, brava tecnicamente. Noi dovremo essere attenti, compatti e soprattutto attivi in entrambe le fasi gioco. Arriviamo da una sconfitta, vogliamo tornare alla vittoria: ci vorranno determinazione e compattezza”.

LA STAGIONE – “Da domani in poi giocheremo dodici partite in 48 giorni, sarà un periodo di stagione importante, ma non dobbiamo assolutamente cambiare la nostra mentalità: pensare una partita alla volta, dando sempre il massimo. Le soste sono sempre particolari, abbiamo avuto diversi nazionali impegnati, ma ieri e oggi ho visto un ottimo lavoro da parte della squadra. Finora solo a Reggio Emilia abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità, il cammino in campionato è stato buono ma non eccellente, specie in trasferta: potevamo raccogliere qualche punto in più”.

ATTACCO E DIFESA – “Col Napoli abbiamo creato tante occasioni da gol, dobbiamo trovare il gusto di trasformare questo sforzo in rete. Dobbiamo concretizzare di più le occasioni che creiamo ed essere più attenti e lucidi in fase difensiva”.

I SINGOLI – “Rebić sta bene e verrà convocato, ci dà fisicità e profondità. Origi sta migliorando, ma non è ancora recuperato. Giroud è un campione in tutto, una persona di spessore e livello, quello che sta facendo in campo non ci sorprende perché lo conosciamo: gli facciamo ancora gli auguri di buon compleanno. Le assenze di Maignan e Hernández? Siamo un gruppo forte, abbiamo alternative all’altezza. Pobega sta facendo molto bene ed è importante per noi, è meno palleggiatore e più portato a inserirsi. Ho totale fiducia in Ballo-Touré, ha avuto bisogno di tempo per crescere. Dest, Thiaw e Vranckx sono pronti, li abbiamo seguiti particolarmente in Nazionale e hanno fatto tutti bene. Da De Ketelaaere mi aspetto continui così, come col Napoli quando è stato molto presente in fase offensiva, è un ragazzo intelligente e come calciatore diventerà un campione. Krunić e Bennacer torneranno a Empoli più forti e più maturi, con maggiore livello e spessore”.

Avatar
Redazione

Notizie sport in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga e molto altro.