Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Premier League

Premier League: Il City non si ferma più, solo un punto per il Tottenham

Premier League 18^ giornata: il Manchester City vince di misura nonstante una gran partita grazie a Foden e rientra in corsa per il titolo. Nel recupero il Tottenham non va oltre il pareggio con il Fulham dopo un fiume di polemiche.

Tutto torna: il gol del migliore in campo, Phil Foden, ispirato dall’assist di quello che può essere considerato il miglior giocatore della Premier ovvero il belga Kevin De Bruyne. L’unica cosa fuori contesto è il punteggio, ridotto all’osso: 1-0 per il Manchester City sul Brighton. La quarta vittoria di fila della banda di Pep Guardiola comporta il salto in classifica a quota 32, affiancando Leicester e Everton. Con un altro match da recuperare, il City potrebbe ritrovarsi a -1 dai cugini dello United: il campionato sta entrando nel vivo e la sfida tra le due squadre di Manchester arricchisce la trama del romanzo. Il gol di Foden, delizioso in alcuni momenti, matura al 44’ del primo tempo, dopo un lungo monologo del City, al quale il Brighton ha cercato di opporsi con orgoglio e corsa. L’accelerazione di De Bruyne è letale.

Il suggerimento per Foden è perfetto: botta del ragazzo e Sanchez, partito un filino in ritardo, incassa il rasoterra sul suo palo. In avvio di ripresa, Mahrez divora il bis sul servizio di Cancelo, poi nel giro di pochi secondi Sanchez respinge la botta di Gundogan e sulla ribattuta Bernardo Silva colpisce la traversa. Al quarto d’ora, l’unica vera chance per il Brighton di pareggiare, ma il tiro di Mac Allister è alto. Il City riprende il suo monologo: Cancelo fa tutto da solo, ma sbaglia la conclusione, mentre De Bruyne viene murato ancora una volta da Sanchez. Nel recupero, un retropassaggio corto di Dunk costringe il portiere del Brighton a travolgere De Bruyne. Rigore, ma Sterling spedisce il pallone in curva. No problem, è finita. Sono ben 14 le gare senza sconfitte in tutte le competizioni per il City: c’è anche Guardiola a giocarsi il titolo 2020-2021.

Il secondo recupero della giornata era quello tra Tottenham e Fulham, anticipato a più riprese da un fiume di polemiche (prima Mourinho per il rinvio a tre ore e mezzo dal fischio di inizio, poi Parker per la data decisa con appena 48 ore di anticipo). Finisce 1-1, a decidere il match le reti di Kane e Cavaleiro. Il gol dell’attaccante inglese arriva al 25’minuto di testa, servito da Reguilon, ed è l’11° in campionato, accompagnato ad 11 assist. Doppietta notevole. Al 35′ minuto Loftus-Cheek va a un passo dal pari, dimostrazione che sta ritrovando il suo migliore stato di forma. Del resto parliamo di un giovane che, non fosse stato per il grave infortunio,

Sarri si sarebbe volentieri portato alla Juventus. Nella ripresa il Fulham si rifà sotto con Tete, ma è Areola al 55′ minuto a superarsi deviando un insidioso tiro a giro di Winks che sarebbe finito nell’angolino. E al 72′ minuto è il palo a negare a Son il raddoppio. Il Tottenham sembra dominare, ma in quello che è probabilmente il suo momento migliore arriva l’1-1, al 74′ minuto cross di Lookman e colpo di testa di Cavaleiro su cui non arriva Lloris. Al 78′ minuto è di nuovo Loftus-Cheek, sempre servito da Lookman, ad avere la chance per portare il Fulham in vantaggio, ma stavolta il portiere degli Spurs azzecca i tempi di uscita. All’89’ minuto Reguilon la mette dentro, ma c’è un fuorigioco di cui Mourinho si accorge subito. Il risultato non cambia, il Tottenham manca la seconda vittoria consecutiva e resta un passo indietro.

Potrebbe interessarti