Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Premier League

Premier League: Il Leicester sogna in grande, solo un pari per Arsenal e United

Nella domenica dei pareggi di questa 14^ giornata di Premier League, il Manchester United non va oltre il 2-2 contro l'Aston Villa. Esordio con pari anche per Ljunberg sulla panchina dell'Arsenal. Pari anche nella gara tra Wolverhampton e Sheffield. L'unica vittoria odierna è quella, strepitosa, del Leicester che, in rimonta e in extremis, supera l'Everton e si piazza da solo al secondo posto con 3 punti di vantaggio sul City di Guardiola.

In una delle due gare delle 13.30 di questa 14^ giornata di Premier League, c’è l’ esordio con pareggio per Freddy Ljungberg sulla panchina dell’Arsenal. I Gunners non vanno oltre il 2-2 in casa del Norwich nella prima partita dopo l’esonero di Unai Emery, e sono costretti a inseguire per tutta la gara. Di Pukki e Cantwell le reti del Norwich che va due volta in vantaggio, doppietta di Aubameyang di cui uno su rigore per l’Arsenal.

Nell’altra gara dell’ora di pranzo, Wolverhampton e Sheffield Utd fanno 1-1 e restano a ridosso della zona coppe: a Mousset risponde Doherty. Nelle partite del pomeriggio si segnalano, soprattutto, la vittoria importantissima, maturata al 94′ minuto, per il Leicester contro l’Everton. L’ex squadra dei miracoli di Claudio Ranieri, passata in svantaggio con la rete di Richarlison al 23′ minuto, rimonta grazie al solito Vardy che pareggia al 68′ minuto e ad Iheanacho che firma il sorpasso nel recupero, rafforzando così il proprio secondo posto in Premier League, con 31 punti, a -8 dal Liverpool capolista e a +3 sul City di Guardiola terzo.

Nella domenica dei pareggi, pareggia anche il Manchester United. La squadra di Solskjaer non riesce a superare la resistenza dell’Aston Villa: all’Old Trafford è 2-2. Grealish porta avanti gli ospiti all’11’ minuto. Al 42’ minuto arriva il pareggio dei Red Devils: l’1-1 porta la firma di Rashford di testa (anche se in realtà si tratta di autogol del portiere Heaton). Lindelof firma il 2-1 dello United al 62’ minuto, ma due minuti dopo Mings, un altro difensore, sigla il 2-2 finale.

Potrebbe interessarti