Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Premier League

Premier League: Liverpool all’ultimo respiro, il City passa in rimonta. Sprofondo United

Premier League 11^ giornata: il Manchester United perde in casa del Bornemouth e inizia ad accumulare ritardo in classifica. Liverpool vittoria mozzafiato al fotofinish; City vince con lo stesso risultato in rimonta. Newcastle corsaro contro il West Ham, il Brighton regola il Norwich. Lo Sheffield United continua a (con)vincere e sale al sesto posto in classifica. Nella partita delle 18.30 il Chelsea di Frankie Lampard non si ferma più: vince sul campo del Watford sempre più ultimo, ancora in cerca della prima vittoria in questa stagione.

La partita che apre questa 11^ giornata di Premier League è la sfida tra Bornemouth e Manchester United alle 13.30. La squadra guidata da Solskjaer che sembrava in fase di ripresa, è incappata in un’altra sconfitta, seppur di misura. La rete che decide il match la firma King al 45′ minuto, appena prima dell’intervallo. I red devils provano a recuperare attaccando per tutto il secondo tempo, ma senza ordine né eccessiva pericolosità.

L’Arsenal che continua a fare i conti con il caso-Xhaka: il capitano dei Gunners, infatti, anche stavolta non è stato convocatopareggia 1-1 con il Wolverhampton: Aubameyang porta avanti i Gunners al 21’minuto ma Jimenez pareggia al 76′ minuto. Il Brighton regola 2-0 il Norwich: Trossard al 68’ minuto e Duffy all’84’minuto sbrigano agevolmente la pratica.
Il West Ham perde in casa con il Newcastle: apre le marcature Clark al 16’ minuto, Fernandez al 22’ minuto e Shelvey al 51’ minuto lanciano la squadra di Bruce. Nel finale, prima Balbuena al 73’ minuto, poi Snodgrass al 90’ minuto evitano un punteggio più pesante: il Newcastle si impone in casa degli Hammers per 2-3. Lo Sheffield United continua nella sua striscia positiva e sale al sesto posto dopo il 3-0 sul Burnley: doppietta di Lundstram al 17’ minuto e al 43’minuto, poi arriva il tris di Fleck al 44’minuto.

Il Liverpool vince al fotofinish, in una partita combattuta e decisa al fotofinish. La squadra di Klopp va sotto al 21’ minuto, quando Trezeguet infila il pallone in rete: il giocatore scatta quasi in linea con la difesa dei Reds sulla punizione-cross di McGinn. Serve l’intervento del Var e dopo un minuto di suspence, arriva la conferma: il gol è regolare. La stessa moviola annulla al 28’ minuto, il pareggio di Firmino, servito da Robertson: anche questa volta il problema è di millimetri, perché l’impressione è che la rete sia regolare. L’Aston Villa ha la chance per raddoppiare al 36’ minuto, ma stavolta Trezeguet sbaglia. I Reds provano a riprenderla e spingono senza sosta e al 43’minuto è Salah ad avere il pallone buono, ma sbaglia. La ripresa è un monologo del Liverpool che vuole recuperare il match, ma il Villa si difende bene e strenuamente.

Klopp opta per i cambi: dentro Origi e Oxlade-Chamberlain, fuori Salah e Wijnaldum. Un doppio tentativo di Oxlade-Chamberlain viene fermato dalla difesa del Villa. Appena giunge la notizia del pareggio del City con Aguero, i tifosi Reds partono con i cori per incitare i giocatori. Il Villa ha un’occasione in contropiede, ma il cross di Hourihane non è preciso. Lallana divora l’1-1. Entra Keita, il Liverpool ha altre energie fresche per aumentare l’assedio. All’87’ minuto, Mané piazza il cross in area: El Ghazi si fa bruciare sullo scatto e Robertson non ha pietà, 1-1. Nell’ultimo assalto dei Reds, una punizione di Alexander-Arnold viene deviata in angolo. La battuta è dello stesso Alexander-Arnold: Mané, di testa, inventa una parabola perfetta. È il 2-1 per il Liverpool al 94′ minuto.

Anche il Manchester City vince 2-1, ma il gruppo di Guardiola trova nel Southampton un ostacolo più duro del previsto. Ward-Prowse porta avanti i Saints al 13’ minuto. Il City fatica e Guardiola nell’intervallo mette fuori David Silva e dentro Jesus. I campioni d’Inghilterra sono più tonici, ma il pareggio arriva solo al 70’ minuto con Aguero su un cross preciso di Walker. Lo stesso Walker, nel finale, all’86’ minuto, piazza il colpo del 2-1 che permette ai citizens di rimanere nella scia del Liverpool.

Nella partita delle 18.30 che chiude questo sabato di Premier League, il Chelsea rialza la testa dopo il k.o. in Coppa di Lega contro il Manchester United e vince 2-1 sul campo del Watford. I gol sono firmati da Abraham al 5’ minuto su spettacolare suggerimento di Jorginho e da Pulisic, al terzo centro in due gare, al 55’ minuto, su cross basso ancora di Abraham. Il Watford riapre il match all’80’ con il rigore dell’ex Milan Deulofeu su fallo di Jorginho, segnalato dal Var. La squadra di Lampard resiste all’assalto del Watford e conquista tre punti fondamentali per la corsa Champions. Il club di Gino Pozzo è invece sempre ultimo e ancora alla ricerca del primo successo in campionato.

Potrebbe interessarti