Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Qual. Mondiali: L’Italia cerca conferme, la Spagna ospita la Macedonia, l’Albania riceve Israele

Nel quarto turno di Qualificazioni Mondiali, gli Azzurri fanno visita al Liechtenstein, numero 183 del ranking Fifa: obbligatorio vincere, convincere e fare tanti gol. Nel nostro gruppo, la Spagna ospita la Macedonia, l’Albania riceve Israele. Impegno già decisivo per il Galles, mentre Mandzukic e la Croazia affrontano l’Islanda

Questa sera a Vaduz alle ore 20:45 gli azzurri affronteranno il quarto impegno del gruppo G di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018. Ventura si aspetta una risposta importante dagli azzurri:“Dopo il risultato contro il Liechtenstein sarà fondamentale la verifica della mentalità dei più giovani, capire cos’è una partita di qualificazione con la maglia della Nazionale, cosa occorre avere per essere protagonisti. Ci sarà una verifica superiore della crescita e della maturità dei giovani: niente è dovuto o regalato ma tutto quello che fai lo devi conquistare -spiega il mister nella conferenza stampa della vigilia-. La nostra è una squadra che per mille motivi ha fatto una infornata di giovani. Considero queste partite delle verifiche importanti, se non ci arrivi preparato vuol dire che non sei pronto per la Nazionale. Dovremo dimostrare la voglia di essere protagonisti e di crescere. Noi abbiamo fatto una infornata di giovani, chi non giocherà dovrà imparare da chi gioca la voglia, l’umiltà e la rabbia”.

Gli Azzurri sono al secondo posto del raggruppamento, a pari punti con la Spagna (7) ma decisamente dietro in quanto a differenza reti (10 a 3 per gli iberici). Il ct Ventura ha dato fiducia ai tanti giovani che finora tanto bene hanno fatto in campionato. In campo si potrebbe vedere quel 4-2-4 tanto caro all’ex allenatore del Toro.

Le probabili formazioni
Liechtenstein (4-5-1): Jehle; Rechsteiner, Polverino, Kaufmann, Burgmeier; Hasler, Wieser, Christen, M. Buchel, Salanovic; M. Buchel.
Italia (4-4-2): Buffon; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, De Sciglio; Candreva, Verratti, De Rossi, Bonaventura; Immobile, Belotti. All.: Ventura

Le statistiche
Questa è la prima volta che Liechtenstein e Italia si incontrano in un match ufficiale. Il Liechtenstein ha perso le prime tre partite del girone segnando un gol e subendone 12. L’Italia ha sempre subito gol nelle ultime sette trasferte (ben 10 negli ultimi 4 incontri esterni)

LE ALTRE – Nelle altre gare la capolista del girone non vuole perdere colpi a Granada, contro la Macedonia. Cinque i precedenti, con altrettanti successi della Roja (15 gol fatti e appena 3 subiti). La squadra di Gianni De Biasi cerca di non perdere contatto dalle due grandi favorite del girone, Spagna e Italia, ricevendo a Elbasan Israele. La squadra di Gareth Bale è chiamata a vincere a Cardiff contro la Serbia, che la precede in classifica di due lunghezze (7-5). L’Austria di Alaba e Arnautovic, staccata di tre lunghezze dalla vetta, è costretta a vincere il match di Vienna per arginare la corsa dei verdi irlandesi e per rimettersi in carreggiata. A Tbilisi va in scena un derby tra ex Repubbliche Sovietiche, dove ci si gioca l’onore più che le possibilità di qualificarsi al Mondiale. La Georgia, che nell’ultimo turno ha fermato sul pareggio il Galles di Bale a Cardiff, parte favorita, nonostante la Moldavia abbia vinto la metà dei precedenti. La Croazia di Mandzukic al Maksimir di Zagabria ospita la rivelazione di Euro 2016, l’Islanda, che non ha mai battuto la Croazia, e non vuole smettere di stupire. Ad Antalya, la squadra di Fatih Terim ha la ghiotta opportunità di cogliere la prima vittoria di queste Qualificazioni contro il Kosovo mentre la squadra di Shevchenko cerca ad Odessa il secondo successo consecutivo dopo quello ottenuto sul Kosovo, nella speranza che Croazia e Islanda si annullino, per poter rientrare prepotentemente in corsa per la prima piazza del girone. La Finlandia, dal canto suo, ha fin qui deluso, cogliendo un solo punto, per di più contro i debuttanti kosovari.

Potrebbe interessarti