Scatarzi:“Partiamo come squadra da battere, fondamentale ritorno di Pinna”

A margine della cena di presentazione della Serie A 2017/2018 è Michele Scatarzi a rappresentare i campioni in carica del Cotton Club, impegnati settimana prossima (giovedì 12, Stella Azzurra) nella Supercoppa Italiana contro il Cottini Staibano Gomme, ma già immerso in tutte le “questioni di Lega” emerse dalla riunione.

E’ un MIchele Scatarzi disteso e certo delle possibilità del Cotton Club di ripetere un’altra grande annata quello che si presenta ai microfoni di Fanner. Il DS del Cotton Club si sofferma dapprima su come la riduzione del numero di partecipanti alla Serie A cambierà inevitabilmente l’approccio dei suoi alle prime giornate:
“Storicamente il Cotton Club ci ha abituato a partenze “soft” e da quest’anno, con meno strada da battere davanti a noi, dovremo essere bravi a iniziare subito col piede giusto, dato che – facendo valere il discorso opposto – qualora prendessimo subito del vantaggio sarebbe difficilissimo per gli altri riprenderci”.

Sulle possibilità che delle outsiders, partendo proprio dalle neopromosse dalla Serie A2, possano detronizzare i Campioni d’Italia in carica, Scatarzi risponde così:
“Non è per presunzione, ma per una giusta presa di coscienza dei nostri valori e di quelli degli avversari che mi sento di dire che non dobbiamo aver paura di nessuno anche per quest’anno. Rispetto per chiunque e prestazione da portare al 100% per essere certi del risultato, ma questa squadra ha dimostrato a se stessa ed alla concorrenza di poter portare il livello della competizione su target altissimi da percorrere per gli altri. Sarà fondamentale che Flaviano Pinna sia dei nostri dall’inizio affiancando Alessio Piccheri, perchè la sua gestione umana del gruppo e delle personalità “carismatiche” che possediamo renderà più semplice il lavoro di tutti”.

Un occhio attento ed interessato viene posto infine dal Cotton Club sull’allargamento del panorama delle testate interessate alla Lega Calcio a 8. Questa particolare innovazione stuzzica in Scatarzi una riflessione più ampia sul movimento che prescinda dai singoli marchi delle squadre:
“A beneficiarne sarà il movimento tutto, questo è certo. I marchi che ci siamo abituati a conoscere nel corso di questi anni hanno sicuramente giovato della vetrina che la Lega Calcio a 8 poteva dare: quest’anno, col fatto che da angolature diverse verremo tutti osservati e commentati, è la Lega a trarne i vantaggi maggiori potendo evidenziare la propria differenza rispetto al resto”.