Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Serie A: Che sorprese! Cadono Juventus e Fiorentina. Crollo Roma

di Marco MARTELLONI

Nella giornata in cui perdono tre delle prime quattro in classifica, compresa la capolista Juventus, si esalta Edison Cavani che con una tripletta ferma la Roma e ripropone i partenopei in piena zona Champions.

Cavani stende la Roma

CAVANI STENDE LA ROMA –  Questa la sintesi del big match del San Paolo dove i giallorossi giocano e sprecano almeno quattro nitide palle goal, mentre di contro il Napoli attende e colpisce con il suo cecchino principe: Edison Cavani appunto. È infatti l’uruguagio a trascinare i suoi ad un fondamentale successo con una tripletta che lo proietta in testa alla classifica marcatori. I timbri di Osvaldo e Maggio fanno solo da contorno ad un 4-1 troppo pesante per la gara giocata dagli uomini di Zeman.

Juventus – Sampdoria 1-2

Nel pomeriggio l’incredibile harakiri della Juventus contro la Sampdoria. I campioni in carica, infatti, passano in vantaggio con Giovinco e nonostante la superiorità numerica subiscono un blackout che permette ad Icardi di realizzare una doppietta storica, che proietta la Doria a più quattro dalla zona retrocessione. Altro suicidio sportivo quello della Fiorentina. La Viola domina in lungo e in largo il Pescara ma trova in Perin una saracinesca insuperabile. Puntuale la classica doccia fredda firmata dagli abruzzesi Jonathas e Celik. Stop inatteso per i ragazzi di Montella davanti al neo acquisto Giuseppe Rossi. Poche ore prima, nel lunch match, ko pesante per l’Inter in terra friulana. A condannare la banda di Stramaccioni il solito Di Natale, autore di una doppietta, e il redivivo Muriel abili a bucare una difesa interista costretta a fare a meno di Juan Jesus per un espulsione molto contestata dallo staff milanese.

MILAN A FATICA, PARMA AL FOTOFINISH – Parte bene il nuovo anno per il Milan. Con Pato volato in Brasile, si prende la ribalta Bojan. Lo spagnolo entra al minuto 56 e dopo dieci minuti fa crollare la resistenza del Siena con un preciso colpo di testa. Al minuto 80 arrotonda Pazzini con un rigore generoso, inutile la marcatura di Paolucci a tre minuti dalla fine. Chi benedice l’ultimo minuto di gioco è il Parma che con Amauri porta a casa tre punti pesanti contro un buon Palermo al minuto 92.

IL GENOA PASSA, IL CHIEVO VOLA – Una doppietta di Borriello fa rifiatare il Genoa nella delicata sfida salvezza contro il Bologna. L’ex giallorosso è decisivo e trascina i suoi fuori dalla zona rossa. Non si ferma la corsa del Chievo targato Corini. L’ennesimo successo dei veneti contro l’Atalanta grazie a Cofie, significa una tranquilla undicesima posizione in classifica.

 

Potrebbe interessarti