Tutto il calcio di Serie A, B, Champions League, Europa League e calciomercato. Le notizie su MotoGP, Formula 1. Foto e video di sport

Serie A: La Juventus è Campione d’Italia! All’Olimpico basta lo 0-0. Roma in Champions

Milik e Albiol stendono la Sampdoria nella ripresa: gli azzurri si consolano con il secondo posto

Atalanta-Milan 1-1
(60’,Kessie,90+2 Masiello)

Il Milan, reduce dalla pesante sconfitta contro la Juventus in coppa Italia, si rituffa nel campionato, in una trasferta che può essere decisiva per la squadra allenata da Gattuso. All’Atleti azzuri di Italia, Atalanta e Milan si sfidano per il sesto posto in campionato. La sconfitta della Fiorentina, sconfitta in casa dal Cagliari, tranquilizza entrambe le squadre, che conoscendo il risultato sanno già che manterranno il vantaggio sui viola.
Dopo un primo tempo a reti inviolato, è il Milan con il più classico gol dell’Ex a passare in vantaggio, con la rete del giovane centrocampista Kessie. Entrambe le squadre finiscono in 10 (Toloi per i bergamschi, Montolivo per i Rossoneri), e quando tuttp sembra volgere a favore del Milan, Masiello firma il pareggio a tempo quasi scaduto. Il Milan si mantiene davanti ai neroblu, con una sola lumghezza a separare le due squadre.

Sampdoria-Napoli 0-2
(72’Milik, 80’Albiol)

Le flebili speranze napoletano di vincere lo scudetto, terminano nella, seppur vittoriosa, trasferta di Marassi. I partenopei devono sperare in una clamorosa sconfitta bianconera all’Olimpico, cercando a sua volta di fare più gol possibile. Ma né a Roma né a Genova nulla si muove. Serve l’ingresso di Milik a smuovere le acque, con l’attaccante polacco che firma il vantaggio un minuto dopo il suo ingresso. È di Albiol la rete del raddoppio. Il Napoli ottiene una vittoria di Pirro, vedendo lo scudetto dirogersi verso Torino.

Roma-Juventus 0-0

Basta un punto alla Juve per ottenere il suo settimo scudetto consecutivo, a battere il record che già le apparteneva. Un trionfo quello bianconero, arrivato dopo una stagione più complicata rispetto alle precedenti, dove l’avversario di turno, il Napoli, ha dimostrato fino all’ultimo di poter competere alla pari con i campioni.
Poco da dire sul match, a parte l’espulsione di Nainggolan.
Serviva un punto anche alla Roma per accedere alla prossima Champions League, per questo il risultato di questa sera va bene a entrambe.
La Juventus, che virtualmente aveva già trionfato la settimana scorsa, alzerà la coppa davanti ai suoi tifosi per la settima volta consecutiva, l’ultima, forse, per il suo grande capitano Gigi Buffon.

Francesco Guerra