Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Serie A: L’Inter vince, ma che fatica! Contro l’Hellas decide una magia di Barella

L'Inter torna in testa alla classifica, in attesa della Juventus impegnata domenica sera contro il Milan

Come nelle ultime partite, l’Inter riesce a conquistare altri tre punti in campionato con le unghie e con i denti. Tutti sapevano infatti non sarebbe stata una partita facile quella tra i nerazzurri e il Verona, arrivata dopo il brutto scacco di Dortmund. Come sabato scorso a Bologna, gli uomini di Conte sono riusciti a sbloccarla nei minuti finali. A segno questa volta non Laukaku ma Barella che trova il suo primo gol con la nuova maglia e regala di fatto i tre punti ai lombardi. Molto positiva comunque la prestazione degli uomini di Juric sopratutto nei primi 45′, durante i quali sono riusciti a tenere botta agli attacchi avversari senza patire nemmeno troppe difficoltà a livello fisico.

I clivensi avevano chiuso addirittura in vantaggio la prima parte di gara grazie al gol di Verre su rigore. Dopo un buon approccio anche ai secondi 45′, Lazovic e compagni non sono stati in grado di mantenere la stessa attenzione del 1T, soffrendo molto anche nei numerosi duelli fisici. Proprio la mole di Lukaku, Lautaro e dei tre difensori centrali ha di fatto soffocato ogni tentativo offensivo avversario e preoccupato i centrali clivensi per tutti i 50 minuti del 2T. A pareggiare i conti ci pensa Vecino, bravissimo nell’inserirsi coi tempi giusti e sfruttare al meglio un ottimo cross di Lazaro, succedaneo ad un’ encomiabile apertura di Bastoni. È poi la prodezza dell’ex centrocampista del Cagliari a portare Conte sul 2 a 1 a 7 minuti dal 90′.

Non è un Inter bellissima da vedere ma è una squadra che lotta e che ci crede fino alla fine, guidata da un fuoriclasse che sembra aver portato quella giusta mentalità che mancava da troppo tempo all’ombra del Duomo. Se l’ex Chelsea e Juve riuscirà anche a dare continuità di risultati potrà davvero sognare in grande. Nel frattempo si gode in tranquillità il match di domani sera tra Juve e Milan, tifando forse per la prima volta in vita sua contro la sua ex squadra in uno dei classici del nostro campionato.

Potrebbe interessarti