Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie B

Serie Bwin: Il Livorno scalza l’Hellas al secondo posto ed insegue il Sassuolo

Di Leonardo FRANCESCHINI

La sedicesima giornata della Bwin segna un’avvicendamento nelle zone nobili della classifica: il Livorno infatti si è preso il secondo posto immediatamente alle spalle del Sassuolo, a dispetto di un Hellas che dovrà recuperare gli ultimi dieci di gioco al “Tombolato” (partita sospesa all’80’ causa nebbia) ripartendo dal punteggio di 2-1 per il Cittadella. Imperturbabile invece, il Sassuolo capolista vittorioso per 3-1 su una buona Reggina. In zona playoff si registrano l’inattesa sconfitta della Juve Stabia, in casa, con l’Empoli, la “quasi-vittoria” del Cittadella, come detto, ed il successo esterno del Padova sul difficile campo del Crotone.

Il Sig. Palazzino all’80’ decreta la sospensione di Cittadella-Verona a causa della nebbia

 

LIVORNO ALL’ULTIMO RESPIRO. BOAKYE DECISIVO PER IL SASSUOLO CON UNA DOPPIETTA; HELLAS A 10’ MINUTI DAI GUAI. Tutto aveva avuto inizio Venerdì, nell’anticipo del “Piola” tra Novara e Livorno. In una partita più combattuta del previsto, gli amaranto di mister Nicola sono riusciti a spuntarla soltanto al 90+3’ grazie ad un colpo vincente di Paulinho, a pochi passi dal portiere sull’ottimo assist di Salviato. La rete decisiva, tra l’altro, ha suscitato più di qualche protesta da parte del Novara. I motivi delle proteste fanno riferimento all’infortunio occorso ad un giocatore in maglia celeste, rimasto contuso e dunque a terra in uno scontro avvenuto proprio durante lo svolgimento dell’azione che poi ha portato al goal. Solita vecchia regola per cui in Italia dimostriamo di volta in volta un alto tasso di recidività: se l’arbitro non fischia, si deve continuare a giocare. A Cittadella non c’è stata nessuna protesta riguardo la decisione del direttore di gara di sospendere il match; anzi, sembrerebbe i capitani di Hellas e Cittadella, consapevoli che si sarebbe andati incontro ad uno stop forzato (le sospensioni sono sempre malviste da tutti: da società, giocatori ed anche dagli stessi arbitri), avessero chiesto al sig. Palazzino di rinviare prima la gara poiché, capirete, a cosa serve tornare in trasferta per giocare 10’ minuti ? Fino a quel punto, comunque, s’era giocato in condizioni del tutto normali. A mezz’ora dal fischio d’inizio la favorita, l’Hellas Verona, ha raggiunto il momentaneo vantaggio con Laner. Sul punteggio di 0-1 in favore dei gialloblu si è conclusa la prima frazione. Nella ripresa, i calciatori del Cittadella sono entrati sul manto erboso del “Tombolato” con tutt’altro piglio, raccogliendo i risultati di questo nuovo e più propositivo atteggiamento già al 47’, minuto in cui Schiavon ha riportato il match in parità. Attacco dopo attacco, cresceva nei tifosi del “Citta” la consapevolezza che, per una volta, si poteva vincere quel derby contro i rivali scaligeri. In questo senso, Robert Maah, attaccante franco-camerunense dei padroni di casa, è apparso ai supporters del Cittadella come un’eroe quando al 74’ ha portato in vantaggio i suoi fissando il punteggio sul 2-1. Se il risultato rimarrà tale, come è presumibile, l’Hellas pagherà cara la sconfitta del “Tombolato” vista la puntualità con cui il Livorno continua a macinare punti. Per il Cittadella invece, sarebbe di nuovo quinto posto, a 24 punti, pari merito con la Juve Stabia. Ma il Sassuolo ha un’altra marcia, è evidente, sembra una squadra già pronta e matura per la Serie A, forse addirittura più del Pescara campione l’anno scorso che adesso stenta, tentando di non affogare nei meandri della classifica. C’è da dire, però, che mister Di Francesco può contare, soprattutto davanti, su calciatori molto interessanti, perché giovani, e dall’alto tasso tecnico. Uno su tutti, Richmond Boakye, capace di realizzare quinto e sesto centro stagionale contro la Reggina, ieri pomeriggio. Boakye, per chi non lo sapesse, è un classe ’93, scuola Genoa, ma adesso di proprietà della Juve. La domanda sporge spontanea: meglio tener il giovane ghanese (gratis) o spender soldi per ingaggio e prestito di Bendtner ? Lasciamo a voi le valutazioni. Tornando alla partita di Sassuolo dicevamo della doppietta di Boakye che è stata anche accompagnata dalla ribattuta vincente di Troianiello, al 32’. Per la Reggina Ceravolo aveva risposto nel primo tempo al primo sigillo del bomber neroverde.

COLPO DEL PADOVA A CROTONE. TAVANO-SAPONARA AFFONDANO LA JUVE STABIA NEL FINALE; PARI BRESCIA, VARESE OK. Partiamo dalla quarta in classifica: il Padova di Pea. Dopo un’avvio titubante, fatto di pareggi ed indecisioni, i biancorossi scudati sembrano aver definitivamente trovato i giusti equilibri per imporsi ai livelli che competono ad una formazione così ben attrezzata. Espugnare l’Ezio Scida di Crotone, non è impresa facile, gli appassionati della Bwin lo sanno bene, ma al Padova ieri è riuscito il colpo reso possibile dalla rete di Farias, l’unica della partita. Si torna dalla Calabria con tre punti che valgono un preziosissimo quarto posto. La Juve Stabia, una delle squadra più in forma del momento, ha permesso all’Empoli un’improbabile uno-due tra l’80’ ed il 90’ necessario per strappare un’inaspettato successo a Castellammare. Come da copione le vespe giallonere avevano trovato il vantaggio ad inizio gara, esattamente al 10’, andando a segno con Caserta. La mancanza di cinismo sommata alle occasioni sprecate, hanno consentito ai toscani di rimanere in partita fino all’ultimo trovando addirittura il pareggio con Tavano, all’80’, ed un clamoroso successo allo scadere grazie a Saponara, talentuoso centrocampista dell’Under 21. Uno stop che non ci voleva per i campani che, oltre alla sconfitta, hanno subito anche il sorpasso in classifica del Padova. Il pirotecnico pareggio di Grosseto si è consumato nello spazio di 22’ minuti: tutti e quattro i goal sono stati siglati nei primi venti minuti. Caracciolo, su rigore, dopo nemmeno due minuti dal via, Sforzini al 14’ per il pari, Scaglia quattro minuti più avanti per il 2-1 delle rondinelle ed infine, al 22’, Olivi per il 2-2 che, al contrario di ogni previsione logica, rimarrà il punteggio finale. Un punto ciascuno lascia la situazione invariata: Grosseto ancora ultimo, Brescia fermo al settimo posto. Ok il Varese che ha respinto ogni pretesa della Pro Vercelli, squadra ospite dei varesini nel pomeriggio di Sabato. Nadarevic ed Ebagua con le loro marcature hanno garantito al Varese tre punti ottenuti in grande scioltezza.

BARI DI RIGORE: DECIDE UNA DOPPIETTA DAL DISCHETTO DI CAPUTO. UN PUNTO ESTERNO PER SPEZIA E VICENZA. 2-2 TRA TERNANA E VIRTUS. Nella giornata di oggi, alle 12.30, era in programma l’incontro del “San Nicola” tra Bari e Modena. I “canarini”, nelle aspettative, sembrava potessero scendere in Puglia con intenzioni sportivamente bellicose visto il quarto posto distante tre punti, assolutamente a portata di tiro. Ma il campo, come spesso accade, non ha confermato le previsioni della vigilia: il Modena è parso spento, inoffensivo e molle a dispetto delle possibilità di classifica. Dall’altra parte, un proficuo Bari, andato in goal soltanto dal dischetto a causa di uno straordinario Colombi, portiere del Modena, espulso però al 56’ per una grossa ingenuità che l’ha portato a fermare il pallone con le mani appena fuori dal limite dell’area. Entrambe le realizzazioni dei galletti, come dicevamo, sono giunte dagli undici metri: sempre Caputo, prima al 64’ e poi all’88’. Per il posticipo delle 18.00 di Sabato è andata in scena Cesena-Spezia. Una gara tutto sommato divertente nonostante i pochi goal, due, uno per parte: Sansovini in avvio per lo Spezia e Succi in chiusura per il pari del Cesena. In casa si ferma anche la Ternana che impatta sul 2-2 contro la Virtus Lanciano. Di Litteri e Vitale (rigore) le marcature dei rossoverdi, Di Cecco e Falcone per la risposta della Virtus. Infine, chiudiamo il nostro racconto del 16° turno di Bwin con il pareggio noioso, stavolta sì, tra Ascoli e Vicenza. Al “De Luca” finisce con entrambi i portieri imbattuti.

Potrebbe interessarti